The news is by your side.

Vieste – L’IPSSAR “MATTEI” FA IL PIENO ALLA QUINTA RASSEGNA NAZIONALE ENOGASTRONOMICA

7

 

La rassegna si è svolta dal 11 al 13 Aprile scorsi presso l’Istituto IPSAR “ Ten. Carabinieri Marco PITTONI”  di Pagani (SA). Cinque le scuole selezionate dall’Istituto organizzatore dell’evento e che hanno concorso per i settori di Cucina, sala-bar e ricevimento:  IPSAR “L. EINAUDI” FOGGIA ; IPSSAR CASTELLANA GROTTE (BARI); IPSAR “E. MATTEI” VIESTE (FG);  I S “L. EINAUDI“ SORA (FROSINONE); I I S “S. BENEDETTO” CASSINO (FROSINONE).

La prova svolta dagli alunni di sala-bar e cucina era divisa in due fasi:
·    un test semi-strutturato sull’enogastronomia della regione Campania;
·    una prova pratica;
La prova per  gli alunni di cucina si è basata sulla preparazione di un antipasto utilizzando i prodotti tipici inerenti alla regione Campania, per gli alunni di sala-bar è stata valutata la preparazione di una mise en place per il servizio, realizzazione di un centrotavola, scelta del vino proveniente dai vitigni autoctoni della regione Campania con presentazione, stappatura, analisi organolettica e servizio, presentazione del piatto e motivazione dell’abbinamento cibo-vino.
Gli alunni di ricevimento sono stati impegnati nella preparazione di un percorso turistico a carattere artistico       enogastronomico del territorio di appartenenza della durata max. di 10 minuti,  con l’ausilio di slide in  power-point o filmati.

Durante la rassegna  si è parlato della  Dieta Mediterranea attraverso i prodotti tipici dell’agro nocerino – sarnese”, e a seguire è stata presentata l’edizione critica de “IL Cuoco Galante” di V. Corrado.

Il team dell’IPSSAR Mattei era formato dal dirigente scolastico Andrea  Cariglia e dai docenti M. Laprocina, D. Gallo, C. Nardella e dagli alunni: Malerba Severino – monoennio settore cucina; De Iudicibus Paolo – monoennio settore sala-bar; Quitadamo Giovanna – monoennio settore ricevimento.
L’IPSSAR Mattei ha vinto la rassegna nei settori di: cucina con il piatto Tortino di sgombro con verdure di primavera, croccante di prosciutto crudo e crostino di pane con bufala filante; sala-bar con l’abbinamento del vino Riflesso Cilento rosato sorteggiato in un paniere contenente i vini della Campania.
Durante la premiazione sono state consegnate due borse di studio in memoria di Antonio Esposito Ferraioli sindacalista ucciso dalla camorra negli anni settanta.
( Antonio Esposito Ferraioli, 27 anni, era cuoco presso la mensa dell’azienda FATME di Pagani. La sera del 30 agosto del 1978 fu ammazzato da due colpi di lupara alla schiena mentre ritornava a casa dopo esser stato a casa della sua fidanzata. Poichè sindacalista,  aveva denunciato le forniture di carne avariata alla mensa. Da dieci anni ormai l’associazione a lui intitolata ha rispolverato quel nome che era stato sepolto da indifferenza ed oblio per troppo tempo ma, nel frattempo, i mandanti di quel delitto sono ancora a piede libero). 


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright