The news is by your side.

La Scuola Calcio Milan di Vieste in Portogallo per una esperienza formativa

16

La Milan Academy premia il giovane allenatore viestano Teodoro Palatella permettendogli di partecipare ad un corso di aggiornamento sulle nuove tecniche di allenamento.

Teodoro PalatellaTeodoro Palatella in Portogallo al ritorno dalla trasferta in Portogallo ci ha raccontanto la sua esperienza formativa con una enfasi tale da farci rivivere appassionatamente i suoi tre giorni vissuti ad Oporto uno dei distretti più industrializzati del Portogallo e la città in particolare viene talvolta chiamata "A capital do norte" ("La capitale del nord") poiché funge da centro della maggiormente industrializzata regione settentrionale del Portogallo, ed è ben nota per il suo spirito imprenditoriale, la cultura caratteristica, la gente e la cucina locale.

Lo stage si è tenuto nello stadio denominato “L’Estadio do Bessa Sèculo XXI”,  il secondo stadio di calcio di Oporto in Portogallo, quello che ospita le gare casalinghe del Boavista con una capienza di 30.000 posti e la cui conformazione è praticamente identica allo Stadio Luigi Ferraris di Genova. Palatella è stato mandato ad Oporto su proposta del Prof. Stefano Baldini della Milan Academy come premio per la grande passione che offre ai ragazzi nel trasmettere gli insegnamenti calcistici, resta ben inteso che non può capitare a tutti una opportunità del genere! Al suo arrivo si è trovato di fronte un certo Miguel Pinho, figura di primo piano del calcio giovanile (e non solo) portoghese dal curriculum entusiasmante, in breve citiamo solo i 10 anni trascorsi al Porto con Josè Mourinho e Andrè Villas-Boas.

Dopo aver fatto la conoscenza di Pinho, Palatella è stato presentato a tutti i 31 tecnici della Scuola Calcio Telmo Culma con circa 600 tesserati ed ai responsabili Bruno Correira e Fidel. Sul campo il nostro allenatore ha potuto assistere e studiare le diverse metodologie di insegnamento dello staff portoghese proponendo poi, ad un gruppo di atleti affidatogli, degli esercizi improntati sulla psico-cinetica e ottenendo un plauso per alcuni esercizi innovativi ricevuti in dote dai nostri responsabili Milan italiani.

Abbiamo rivolto a Palatella questa domanda “cosa ti ha dato una esperienza del genere?”, e lui con professionalità e modestia ha risposto: “Che dire ancora di questa esperienza, per me rimane un momento di formazione ma anche di conferme sul proprio lavoro e di crescita socio-culturale. Ritengo fondamentale il momento della formazione , perché significa mettere sempre in discussione il proprio lavoro. Rimanere sulle proprie idee , significa essere limitati e quindi non riuscire a dare le giuste esperienze ai bambini. Non finirò mai di ringraziare chi mi ha dato questa possibilità!”


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright