The news is by your side.

A Rodi tutto è pronto per la “Sagra delle Arance”

17

Dal 30 aprile al 1° maggio Rodi Garganico sarà scenario della ventottesima edizione della "Sagra delle arance".  Nelle vie del centro cittadino saranno allestiti stand di degustazione e sarà possibile gustare i frutti appena colti, percorrendo a cavallo o a bordo di fuoristrada suggestivi itinerari lungo i "giardini" del Gargano. Ma il tradizionale appuntamento di promozione dei profumati agrumi non rappresenta un’attrazione per visitatori e turisti, nonostante gli sforzi delle strutture ricettive che nei propri pacchetti sponsorizzano l’evento più di quanto (non) lo faccia l’amministrazione comunale. Così lo speciale 1° maggio sul Gargano diventa l’occasione per assaggiare le arance di Rodi nelle proposte degli albergatori. "La sagra non è un evento attrattivo e quindi non incide nelle prenotazioni che non sono il massimo, secondo i dati del momento, per il prossimo weekend lungo del primo maggio", riferisce Aurelio, dalla reception di "Villa Americana Park Hotel", premiata nel 2011 col "certificato di eccellenza" di TripAdvisor. Il pacchetto all’inclusive (due giorni in mezza pensione a 99,00 euro) non raccoglie riscontri. "Le richieste ci sono, ma poteva andare meglio. C’è ancora un buon 60% da riempire, anche se rispetto allo scorso anno, non possiamo lamentarci", aggiunge Aurelio. Sconfortante è anche il dato delle prenotazioni raccolto presso l’hotel "Il Giardino" che per la festa dei lavoratori ha proposto all’utenza una breve vacanza di 3 giorni in
pensione completa a 179,00 euro a persona, con la possibilità di effettuare un’escursione in jeep o a cavallo nel Parco Nazionale del Gargano. "Non ci sono molte presenze nella nostra struttura -fa sapere Gabriele che si occupa delle prenotazioni- e attualmente l’albergo è pieno per metà. Rispetto allo scorso anno però le richieste sono sicuramente maggiori, per il fatto che questa festività coincideva con la domenica e il weekend precedente era quello di Pasqua. Pensavamo peggio". Tutto sommato il ponte lungo muove turisti, soprattutto di prossimità, invogliati dalle temperature calde al primo bagno della stagione, dopo un aprile incerto.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright