The news is by your side.

Rapinarono gioielleria a Pescara: arrestato terzo malvivente

11

Personale della Squadra di Polizia Giudiziaria del Commissariato P.S. di Manfredonia e della Squadra Mobile di Foggia, in collaborazione con personale della Squadra Mobile della Questura di Pescara ha proceduto stamane all’esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Pescara, Maria Michela Di Fine , su richiesta del P.M. Salvatore Campochiaro , nei confronti di Mario Raduano 20 anni con precedenti per reati contro la persona ed il patrimonio.

Adesso ha quindi un nome anche il terzo rapinatore che, il 19 aprile del 2011, insieme ad altri due complici, già arrestati lo scorso 11 aprile, mise a segno il colpo ai danni della gioielleria "Pace", ubicata a Pescara in pieno centro cittadino.

Mario Raduano dopo l'arresto e durante la rapina di Pescara

Quel giorno, Raduano insieme a Marco Mastromatteo di anni 23, nato a San Giovanni Rotondo ma residente a Vieste ed a Paolo La Torre, di anni 22, nato a Manfredonia, viestano ora residente a Novara entrarono, poco prima dell’ora di pranzo, nella gioielleria "Pace" di Pescara, ubicata in Corso Vittorio Emanuele nr. 126 e, puntando una pistola contro il titolare ed una sua collaboratrice, si impossessarono di preziosi e gioielli per un valore di circa 250.000 euro, dopo aver utilizzato nastro adesivo per legare ed imbavagliare il gioielliere e la sua dipendente.

Nel caso specifico decisivo è stato il filmato registrato dalle telecamere a circuito chiuso dell’oreficeria ed il riconoscimento effettuato dagli uomini del Commissariato P.S. di Manfredonia, gli stessi che quotidianamente, insieme ai colleghi della Squadra Mobile di Foggia, svolgono attività investigativa nel Comune di Vieste, ma soprattutto si è rilevata fondamentale l´attività investigativa svolta fra vari Uffici di Polizia, in una perfetta sinergia che ha consentito di pervenire alla identificazione di tutti gli arrestati per gli episodi delittuosi trattati.

In particolare i citati Uffici di Polizia Giudiziaria, collaborando tra loro, effettuavano un minuzioso lavoro di verifica di analoghi fatti criminali, acclarando la coincidenza tra l´immagine dei rapinatori entrati nella gioielleria "Pace" ed i tre arrestati, Mastromatteo Marco e La Torre Paolo prima, Raduano Mario ora, tutti già fermati per reati in materia di armi e ricettazione, lo scorso Novembre 2011 a Bologna, nonchè La Torre Paolo e Raduano Mario destinatari di ordinanza di custodia cautelare emessa dalla A.G. di Fermo in relazione ad una rapina in una gioielleria di Porto San Giorgio, commessa con modalità simili. L’odierna misura cautelare è stata eseguita a Vieste dove Raduano si trovava già in regime di arresti domiciliari per altri fatti.

comunicato stampa Commissariato Polizia Manfredonia


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright