The news is by your side.

Intesa con il Parco per le ricerche nell’area protetta

9

Il  progetto di ricerca scientifica del «Conisma» (consorzio nazionale interuniversitario per le scienze del mare) sull’area marina protetta delle Isole Tremiti ha prodotto «positivi risultati che confermano l’importanza dell’istituzione della riserva e l’efficacia delle azioni di tutela che svolge l’ente parco del Gargano» si legge in una nota dell’ente. L’incontro tra il presidente del Parco Pecorella ed il docente Guidetti dell’università di Lecce in rappresentanza del consorzio «ha avviato una fase di condivisione delle azioni per operare insieme e incidere sull’ambiente delle Tremiti tutelandolo e favorendone lo sviluppo». Pecorella ha comunicato l’intenzione di aderire e finanziare il progetto di valutazione delle specie ittiche nell’area marina protetta del «Conisma», finalizzandolo in chiave di tutela e di promozione e valorizzazione delle attività di pesca e turismo compatibili con il patrimonio ambientale delle Isole Tremiti. «Nell’ottica di condividere con la popolazione il disegno di un’area protetta capace di tutelare l’ambiente marino, prezioso tesoro di Tremiti, e di sviluppare un economia compatibile» dice Pecorella «sono necessarie azioni di sviluppo della filiera della pesca-turismo per orientare l’economia locale verso un turismo naturalistico e sportivo attento e interessato alle bellezze che le isole offrono: percorsi ecosostenibili e marchio di qualità per la valorizzare del pescato sono solo due esempi che ci permettono di capire come il disegno per le Isole Tremiti possa diventare presto realtà».


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright