The news is by your side.

Processo Medioevo 9° udienza/ Il fratello Ignazio vittima di pesantissime minacce

13

Nella precedente udienza erano emerse dettagli su diversi episodi estorsivi nei confronti dell’imprenditore.

 

 Nella scorsa udienza aveva parlato Ignazio Rollo, fratello di Massimo Rollo, titolare di un’impresa di infisso e del villaggio turistico Mare Blu aveva lanciato gravi accuse nei confronti di Notarangelo, confermate anche dal fratello durante l’esame di martedì. "Incontrai per caso Angelo Notarangelo, il quale mi disse che dovevo mettere un guardiano al villaggio – ha raccontato Rollo, accompagnato dalle domande del pm Gatti – e poi mi chiese 4mila euro. La stessa richiesta la fece a mio fratello, ma era sempre rivolta a me". Questo sarebbe accaduto, stando al racconto del teste, poco tempo dopo un grosso furto avvenuto proprio nei capannoni dei Rolla. In quell’occasione sparì molta attrezzatura, alcuni mezzi e anche delle armi che proprio Ignazio Rollo deteneva regolarmente. Pochi giorni dopo il furto, Ignazio Rolla si ritrova a casa di Angelo Notarangelo. "Andai perché mio fratello aveva fatto dei lavori per lui su una vetrata – ha dichiarato il teste- e siccome c’erano stati dei problemi di stabilità del vetro mio fratello mi chiese una consulenza. Io andai a casa sua e approfittai per chiedere a Notarangelo se sapeva qualcosa dei miei mezzi. Lui mi rispose che si sarebbe informato e mi avrebbe fatto sapere. Chiesi a lui perché so che tutto ciò che di losco accade a Vieste lui lo sa, ma non pensai che potesse essere stato lui all’inizio". Dopo questo primo colloquio tra Rolla e Notarangelo sarebbero seguiti i biglietti minatori e la richiesta estorsiva da parte di Notarangelo. "Devi mettere a noi come guardiani" avrebbe detto lo stesso imputato a Rollo, il quale si è rifiutato. La deposizione dei due Rollo sembra avvalorare sempre di più la tesi dell’accusa, soprattutto se sommata a quelle precedentemente rilasciate dagli altri colleghi imprenditori come Vincenzo Troia e Pino Vescera.

Luca Preziusi
L’Attacco


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright