The news is by your side.

Consiglio provinciale, l´esito della seduta

14

Il Consiglio Provinciale di Foggia, riunitosi stamane a Palazzo Dogana, ha approvato il bilancio consuntivo 2011 con diciotto voti a favore, un astenuto ed un voto contrario. E’ stato questo l’adempimento amministrativo più importante di una seduta durata circa tre ore e mezza, nel corso della quale si sono affrontati diversi argomenti. In apertura dei lavori il consigliere Iannantuono (La Destra) ha illustrato la propria interrogazione riguardante l’orientamento dell’Amministrazione per il passaggio da part-time a full-time di 117 dipendenti della Provincia, ex-precari stabilizzati dall’Ente. L’assessore al Bilancio Raffaele Di Ianni ha fatto presente che l’assenza di risorse rende impossibile nell’immediato soddisfare la richiesta, rimandando all’approvazione del bilancio preventivo 2012 la possibilità di ampliare l’orario di questi lavoratori. In replica il consigliere Iannantuono ha ribadito il proprio invito ad utilizzare le per la bisogna le somme risparmiate con i pensionamenti del biennio 2010-2011. Successivamente il consigliere provinciale Emilio Gaeta (Fli) ha illustrato due ordini del giorno dedicati al contrasto dei reati di corruzione; con il primo si chiede di riformare il codice penale rendendo obbligatoria la sanzione dell’interdizione perpetua dai pubblici uffici per i condannati in via definitiva per diverse tipologie di reati. Con il secondo si fa appello alle forze politiche perchè siano esclusi dalle liste i condannati, anche in primo grado, per reati contro la pubblica amministrazione. Sull’argomento sono intervenuti i consiglieri Marchegiani (Ppdt), Iannantuono (La Destra), De Monte (Pdl), Mongiello (Pdl), Guerrera (Udcap), Prencipe (Pd), Moscarella (Pdl), Colia (Idv). Al termine del dibattito si è convenuto, vista l’importanza dell’argomento, di soprassedere al voto e di dedicare alla materia una seduta monotematica dell’assise. Si è quindi passati all’esame dell’ordine del giorno presentato e illustrato dal consigliere Bonfitto (Udcap) a proposito delle "zone contigue" del Parco Nazionale del Gargano. A giudizio del presentatore, la determinazione di queste aree da parte della Comunità del Parco, presenta alcuni vizi di forma, a cominciare dalla mancata acquisizione del parere dell’Ente, che pure è obbligatorio. Alla stessa Provincia, secondo Bonfitto, non è stata data la possibilità di partecipare ai diversi incontri nei quali si è decisa l’estensione della zona contigua. L’ordine del giorno chiede la estrapolazione dal Piano del Parco di queste aree e la loro successiva ridiscussione. Sul tema sono intervenuti Potenza (Pdl), Mongiello (Pdl), Angelillis (Pd) Augello (Indipendente), De Vita (Pdl), Cusenza (Misto), Iannantuono (La Destra), Guerrera (Udcap), Marchegiani (Ppdt), Masciulli (Pdl), Pellegrino (Udcap), De Monte (Pdl). E’ intervenuto altresì l’assessore all’Ambiente Pasquale Pazienza, che ha tracciato una road map, all’interno della formulazione della Valutazione Ambientale Strategica (Vas) di competenza provinciale, per consentire un pieno confronto tra Provincia, Comuni ed Ente Parco, nel quale coinvolgere la Regione Puglia. Raccogliendo la proposta di sintesi del presidente Santaniello, il Consiglio ha approvato all’unanimità l’ordine del giorno programmando una futura riunione dedicata al tema e allargata ai sindaci delle aree interessate.
Successivamente è stato discusso l’ordine del giorno sulla riforma del mercato del lavoro in agricoltura illustrato dal consigliere De Monte (Pdl). Il documento si preoccupa di tutelare i lavoratori del comparto agricolo che, in base alla riforma in via di approvazione da parte del Governo nazionale (la cosiddetta "riforma Fornero") perderebbero i minimi diritti contrattuali, previdenziali ed assistenziali. Nella discussione sono intervenuti i consiglieri Prencipe (Pd), Sgarra (Pd), Cusenza (Misto). L’ordine del giorno è stato approvato all’unanimità.
L’ultimo ordine del giorno discusso riguarda l’istituzione di un marchio denominato "Capitanata", con la finalità di identificare i prodotti del territorio provinciale. Il documento è stato firmato dai consiglieri Masciulli (Pdl) e Gaeta (Fli) ed illustrato da quest’ultimo, che ne ha descritto i possibili benefici per il sistema economico e produttivo della provincia di Foggia. Sono intervenuti sul punto i consiglieri De Monte (Pdl) e Masciulli (Pdl) e l’assessore all’Agricoltura Savino Santarella, che ha ribadito la necessità di garantire controlli di qualità adeguati alla funzionalità e alla credibilità del marchio. L’ordine del giorno è stato approvato a maggioranza. L’assise ha quindi preso in esame il Conto Consuntivo 2012. L’assessore al Bilancio Di Ianni, che ha dato credito al lavoro svolto dal suo predecessore Matteo Cannerozzi, ha illustrato le principali voci del documento contabile, dal quale la Provincia di Foggia risulta Ente virtuoso, in regola con le previsioni del Patto di Stabilità. Il consuntivo riporta una riduzione dei residui attivi di circa 17 milioni e duecentomila euro. Congiuntamente il Consiglio ha esaminato e approvato i bilanci della Scuola Superiore di Pubblica Amministrazione "Francesco Marcone" e della Università della Terza Età "Luigi Imperati". Nella discussione sono intervenuti il capogruppo del Pd Antonio Prencipe, che ha manifestato la propria insoddisfazione per l’insufficiente coinvolgimento della minoranza, e il capogruppo del Pdl Paolo Mongiello, che ha confermato il pieno sostegno del proprio gruppo e della maggioranza all’azione dell’Amministrazione. Il Consiglio è stato quindi aggiornato a data da destinarsi.

comunicato stampa


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright