The news is by your side.

Vico/ Laboratorio di analisi dall’Asl la rivisitazione degli organici

9

Ennesimo provvedimento del direttore sanitario del distretto di Vico del Gargano, Michele Carnevale, che, se portato a termine, penalizzerebbe il laboratorio d’analisi di Vico del Gargano.Una rivisitazione dell’organico vedrebbe il laboratorio vichese penalizzato in termini di numero di dirigenti medici e tecnici.

 In una nota del direttore sanitario, Michele Carnevale, si legge che "terminato l’incarico del biologo Michele Di Gregorio presso il laboratorio di analisi di Vico del Gargano, per il prossimo incarico, indipendentemente dal nominativo che ne avrà diritto, il biologo venga assegnato presso il laboratorio analisi di Vieste. Il provvedimento fa riferimento a una non meglio "necessità di riequilibrare le risorse umane". Nel dettaglio: attualmente a Vico del Gargano ci sono due dirigenti medici e tre tecnici; Vieste ha in organico un dirigente e due tecnici. In verità, da tempo non sono comprensibili i provvedimenti adottati dal responsabile del distretto, Michele Carnevale, per quanto riguarda, costantemente, il laboratorio analisi; l’unica problematica alla quale sembra particolarmente "affezionato" .Una sorta di accanimento per molti versi inspiegabili e non giustificabili, visto il carico di lavoro che ha proprio il laboratorio vichese. Numeri che sono più eloquenti di quanto Carnevale possa pensare. E’ sufficiente ricordare che fanno riferimento al laboratorio di Vico del Gargano i cittadini di Ischitella, Carpino, Cagnano varano e , naturalmente Vico del Gargano.Fino allo scorso anno anche Rodi Garganico, poi, a seguito di disposizione dello stesso Carnevale, gli utenti rodiani sono stati aggregati a Vieste. Una disposizione, come tante altre, che fa a pugni con il buon senso; infatti, la distanza tra Rodi Garganico e Vieste (non meno di quaranta chilometri); poco più di un quarto quelli tra Rodi Garganico e Vico del Gargano, tempi di percorrenza che potrebbero determinare anche un’alterazione dei valori ematici. Non è la prima volta, come ricordavamo, che Carnevale programma una riorganizzazione del servizio. Nell’arco di poco più di un anno ci sono state disposizioni che hanno avuto come unico risultato quello di creare incertezza e preoccupazioni. Uno, per tutti, la chiusura del laboratorio analisi cliniche di Vico del Gargano, che Carnevale spiegava al fine di consentire lavori di adeguamento dell’attuale struttura che ospita il laboratorio. Interventi edili che non avevano un programma che scandisse quali i lavori da effettuare e, naturalmente, data di inizio e, presumibilmente di conclusione. Nè era neppure immaginabile che, in assenza di un piano ben definito si potesse chiudere il laboratorio e trasferire il personale in altra sede. Fu indispensabile l’intervento del direttore generale Ruggero Castrignanò, per rassicurare la cittadinanza che non ci sarebbe stata nessuna interruzione del servizio in quanto non c’erano lavori di ristrutturazione della struttura programmati da parte dell’Azienda sanitaria.

Francesco Mastropaolo


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright