The news is by your side.

Restano 70 i consiglieri regionali il Tar respinge i ricorsi

12

Resteranno 70 i consiglieri regionali.

 

Il Tar di bari rigetta il ricorso di due (Alfonsino Pisicchio e Luigi Calò) degli 8 candidati esclusi dopo la consultazione elettorale del 2010: quattro del Pd, due di Sel, uno per l’Italia dei valori e uno della civica Puglia per Ven­dola. Erano riusciti a conquista­re un seggio, ma l’assemblea avrebbe contato 78 consiglieri. Questo sarebbe stato possibile se a giugno dell’anno scorso la Corte costituzionale non avesse bocciato la legge elettorale che la giunta Fitto aveva approvato a febbraio del 2005. Una legge che, però, era in contrasto con lo statuto della stessa Regione, se­condo cui il numero dei consi­glieri non può superare quota 70.  Il dispositivo della sentenza anticipa di un mese quelle che saranno le motivazioni dei giu­dici amministrativi. «Le leggere­mo attentamente» spiega il pro­fessar Aldo Loiodice, avvocato di Pisicchio e Calò «ma se non sa­ranno efficaci e convincenti, fa­remo appello al Consiglio di Stato. Questo perché il principio di governabilità sempre e comun­que, deve essere tutelato». A maggior ragione nel momento in cui a sancirlo è una legge dello Stato. Il riferimento è al cosid­detto Tatarellum, dal nome di Pinuccio Tatarella, vicepresidente del consiglio dei ministri nel Ber­lusconi I, che diciassette anni fa fu il primo firmatario del provve­dimento varato per regolare il si­stema elettorale delle regioni italiane a statuto ordinario: stabili­sce l’assegnazione di un premio ‘pari al 60 per cento dei seggi, alla coalizione vincente. Sulla base di questa regola del gioco, preci­sa Loiodice, «almeno 3 degli 8 consiglieri dovrebbero essere attribuiti alla maggioranza di centrosinistra e negati all’oppo­sizione. Questo per consentire allo stesso centrosinistra, di rag­giungere proprio il 60 per cento previsto con la norma del 1995».  Dal 2015 in ogni caso cesserà questo tipo di guerre giudiziarie visto che il "parlamentino" pu­gliese sceglie di seguire una cura dimagrante: i consiglieri saran­no 60, non uno di più. Dieci in meno rispetto a questa legislatura. I costi (alti) della politica, fan­no il miracolo.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright