The news is by your side.

Se l’Europa diventa un film ecosostenibile

14

L’Europa creativa ed ecosostenibile è di scena a Manfredonia dall’11 al 22 giugno.

 

 In tempi di euroscetticismo, l’Europa, questa entità estranea ai più, può trovare casa per qualche settimana nella più profonda provincia meridionale italiana. Una provincia violentata dall’inquinamento e della disoccupazione, quella provincia dalla quale tutti i giovani vogliono scappare. Scappano i giovani e si rifugiano nel sogno metropolitano d’un nord che, ormai, non mantiene più le sue promesse. Scappano all’estero, magari verso l’accoglienza dell’Europa delle opportunità.
Ma se provassimo a fare il viaggio al contrario? Se provassimo ad immaginare come per un momento la provincia meridionale possa diventare la culla, il baluardo e la soddisfazione di tutte quelle pulsioni europeiste, se provassimo ad immaginare che la cultura europea possa materializzarsi e prendere corpo grazie all’incontro di diciassette cittadini europei , grazie alla passione, all’artigianalità ed alla fantasia del cinema, grazie alle buone pratiche del riciclo e del riuso, allora potrebbe succedere che la nostra immaginazione possa tramutarsi in realtà.
E questa realtà si chiama REC-YCLING (Dal rifiuto al design, il cinema racconta), workshop del Programma settoriale Grundtvig, inserito nel più ampio Programma d’azione comunitaria nel campo dell’apprendimento permanente, o Lifelong Learning Programme . Questo workshop è stato ideato e verrà realizzato dalla coop. Pandemia, soggetto gestore del LUC Laboratorio Urbano Culturale “Peppino Impastato” di Manfredonia. Vincitori del bando europeo, ai primi posti della graduatoria nazionale, i gestori del LUC, da sempre impegnati  nella valorizzazione dei più ampi panorami artistici e nella progettazione a tutti i livelli, accoglieranno dall’11 al 22 giugno 17 cittadini europei provenienti da Lettonia, Polonia, Repubblica Ceca, Svezia, Spagna, Grecia e Turchia e accompagneranno ognuno di loro nella realizzazione di un cortometraggio incentrato sul riciclo e sul riuso di materiali di scarto.
Incontro, scambio, cooperazione faranno rima con creatività e buone pratiche di responsabilità civica. Giovani e meno giovani, diverse nazionalità, diversi percorsi alle spalle e l’unico obiettivo di crescere ed apprendere con la condivisione, la manualità, il racconto, la musica e le immagini. Tante forze e tanti strumenti  messi in campo per ricreare un pezzo di quell’Europa solidale, aperta, responsabile ed innovativa che tutti sogniamo come patria.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright