The news is by your side.

Vieste/ Sportiva…..mente insieme

6

Ed anche la seconda edizione della manifestazione “Sportiva…..mente insieme” viene archiviata.

 

 “Sportiva….mente  insieme” nasce da un idea del Prof. Dario Carlino che convinto dell’importanza delle attività motorie per la crescita sana dei ragazzi e convinto che creare le basi per una vita sportiva di ogni bambino  possa con gli anni diminuire le difficoltà e le problematiche relative alla salute, ha lo scorso anno proposto questo tipo di attività al Dirigente della scuola dell’infanzia RODARI di Vieste che subito, vista anche la sua “provenienza” di docente di educazione fisica, non ha avuto dubbi sulla bontà dell’iniziativa e ha immediatamente dato la possibilità al Prof. Carlino di svolgere all’interno dei vari plessi l’attività proposta.
A coronamento di questi incontri settimanali, che dal mese di Gennaio fino a Maggio hanno visto i bambini di tutti i plessi della scuola Rodari  prepararsi scrupolosamente seguiti dalle maestre e coordinati dagli “esperti” Prof. Carlino e Prof.ssa Speranza,  c’è stata ieri mattina (8 Giugno) la festa finale.
Quest’anno il tema scelto di tutta la manifestazione sono state LE OLIMPIADI e siamo passati dai tre colori dello scorso anno (dove rappresentavamo l’Italia) ai cinque colori riferiti ai cinque cerchi olimpici.
Alle 10:00 tutti i bambini erano già al campo sportivo pronti per svolgere le attività previste, emozionati, tesi, ma con gli occhi pieni di gioia e questo ci fa capire quanto lo sport, l’attività motoria, riempia di gioia i bambini. I genitori sugli spalti avevano occupato davvero quasi tutti i posti…difficile da vedersi una cosa simile.
Inizia la manifestazione, i bambini sfilano al centro del campo, si schierano tutti uno accanto all’altro e una volta schierati, l’Inno Nazionale. Uno spettacolo. Tutti i bambini cantavano l’ Inno e lo cantavano talmente forte che pur abbassando il volume della musica, era chiarissimo il testo che i ragazzi urlavano….da brividi.
Dopo l’Inno i bambini si sono schierati nelle varie postazioni e hanno dato vita ad uno spettacolo nello spettacolo, hanno svolto tutti i percorsi in modo perfetto, da veri atleti professionisti, impegnandosi sempre al massimo, affrontando le “difficolta” con serietà ma allo stesso tempo con la gioia e la felicità di sentirsi protagonisti per un giorno.
Ad ogni settore corrispondeva un percorso che si adattava all’età dei ragazzi, c’erano i percorsi per i bambini di tre anni contraddistinti dal colore BLU, i percorsi per i bambini di quattro anni contraddistinti dal colore ROSSO ed i percorsi per i bambini di cinque anni contraddistinti dal colore GIALLO, ogni bambino per ogni età, con le sue problematiche e difficoltà, svolgevano dei percorsi adatti a loro.
Dopo i percorsi che hanno letteralmente sfiancato i bambini, gli stessi hanno realizzato una coreografia in riferimento ai  cinque cerchi olimpici….altro momento da brividi.
Tutti perfetti si sono avviati in fila verso il centro del campo e prima i blu, poi i neri, a seguire  i rossi, ed ancora i gialli ed in fine i verdi hanno composto un cerchio enorme per ogni colore…contemporaneamente il “tedoforo” un bambino si è incamminato verso il centro del campo dove ha acceso con la torcia olimpica il braciere  dando fuoco alla fiamma olimpica. Il bambino non poteva non  essere Olivieri Ivan in quanto nipote dell’atleta  Danilo Santarsiero protagonista alle ultime olimpiadi invernali con la nazionale di Bob a 4.
Sorpresa nella sorpresa è stata inoltre la presenza del Prof. Domenico Dimolfetta che trovatosi a Vieste è venuto a salutarci, oggi coordinatore provinciale per le attività motorie presso l’ufficio scolastico di Foggia ma fino al 2008 è stato allenatore nella nazionale italiana di atletica leggera settore lanci e vanta la partecipazione a tre olimpiadi l’ultima delle quali proprio quella di Pechino 2008.
Dopo la realizzazione dei cerchi i bambini hanno nuovamente intonato le note dell’Inno Nazionale e questa volta l’emozione era davvero tangibile. Tutti i genitori hanno ascoltato l’inno in silenzio e la voce dei bambini, nonostante la stanchezza, è arrivata altissima.
Giusta ricompensa ad una giornata indimenticabile è stata la medaglia che grazie alla sempre grandissima disponibilità dell’amministrazione comunale soprattutto nella persona dell’assessore Gaetano Zaffarano, sono state offerte per premiare gli alunni e  che ad ogni bambino è stata posta al collo dal Dirigente Paolo Soldano, dal Prof Dimolfetta e dalle maestre.  Ma soprattutto la ricompensa più gradita …..il gelato.
E proprio sul gelato una bellissima emozione.
Per la realizzazione di questa manifestazione dobbiamo dire grazie tra gli altri anche a:Residence MIPA, Plasticart, Ditta Bodinizzo, Ragni Mare, Pizzeria del Porto, Gioielleria Giardino, Villaggio Verdemare, Studio Pavarino, Tabaccheria Donadio, Mancuso HIFI per aver contribuito fattivamente alla riuscita della stessa, ma nonostante tutti gli sforzi ad un’ora dalla fine della manifestazione, non avevamo ancora i gelati da offrire ai ragazzi, ed ecco allora che Villa Candida ed il Chiosco Tantimonaco, saputo della difficoltà in cui ci trovavamo, hanno subito provveduto a chiamare l’Algida e far arrivare velocissimamente il camioncino a consegnare circa 400 gelati…..l’apoteosi per i bambini.
Ultimo ringraziamento doveroso è da farsi alla scuola calcio Milan di Vieste che ha messo a disposizione tutte le attrezzature utilizzate per realizzare i percorsi, che ha dato ad ogni plesso della scuola dell’infanzia delle attrezzature sportive per la pratica nella scuola e soprattutto perché ha dato un supporto umano non indifferente, la Prof.ssa Tania Speranza e gli atleti Matteo Ricci, Francesco Innangi, Giacinto Lopriore e Luigi Prencipe. Grazie.
Molti mi dicono che sono un pazzo perché mi butto nel realizzare cose di questo tipo senza tornaconto…….se questo significa essere pazzo voglio continuare ad esserlo per sempre perché non c’è nessun prezzo che possa sostituire l’affetto con cui, ogni qual volta entro in una classe della scuola dell’infanzia,  i bambini mi salutano. Grazie a voi bambini.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright