The news is by your side.

Provincia arriva la stangata sulle auto

10

Salta l’addizionale “Tarsu” per i Comuni. Centrodestra ancora diviso. Oggi vertice Pdl. Sarà tutta a «carico» degli auto­mobilisti la «stangata» della Provincia per recuperare 15,4 milioni di euro, la cifra che manca per far quadrare il bi­lancio, dopo i «tagli» del Governo (9 mi­lioni) e la perdita dell’addizionale Enel (6,4 milioni). Confermato l’aumento dell’addizionale per la RC auto. Dal «ci­lindro» invece sbuca l’Ipt, l’imposta pro­vinciale per le trascrizioni, che riguarda " immatricolazioni e passaggio di proprie­tà. Per la Ipt si parla di un aumento che oscilla intorno al 30 % . Dall’elenco degli aumenti è scompar­sa l’ipotesi dell’ addizionale «Tarsu» per i comuni della Capitanata. Da quello che si è capito questa soluzione è stata scar­tata perché sarebbe entrata in vigore nel 2013. E’ evidente che con una Provincia chiusa a «riccio» su questioni che ri­guardano anche le tasche dei cittadini, è difficile conoscere nel dettaglio i numeri del bilancio. Eppure non siamo di fronte ad una situazione di dissesto. Ieri riunione della maggioranza di centrodestra. Vi hanno partecipato i consiglieri del Pdl, dell’Udicap, della De­stra, della Puglia prima di tutto e del gruppo «misto», Non sono mancati i mo­menti di tensione per lo scarso coin­volgimento – lamentano i consiglieri pro­vinciali – dell’assemblea di Palazzo Dogana, chiamata solo a ratificare le de­cisioni della giunta . «La situazione è evidente. C’è un ma­lessere di carattere generale, ma posso assicurare che il presidente Pepe non girerà la testa dall’altra parte», afferma Paolo Mongiello, capogruppo del Pdl. «Non credo che ci siano margini per poter modificare lo schema di bilancio. Altrimenti l’unica soluzione è quella di non votare e di sciogliere anticipata­mente la consiliatura. Non so se è questo quello che vogliono i consiglieri. Noi difenderemo il lavoro fatto dall’asses­sore al Bilancio, Di Ianni», ribatte Mi­chele Bonfitto, capogruppo dell’Udicap. Sta di fatto che la seduta di Consiglio per approvare il bilancio non è stata ancora messa in calendario (entro il 30 giugno), mentre oggi è in programma una riunione degli assessori in quota Pdl (anche dei tecnici, la Consiglio del resto ha preso la tessera), insieme al coor­dinatore provinciale Landella e al ca­pogruppo Mongiello. In agenda una ri­cognizione delle cose fatte fino a questo momento e delle cose che si possono fare fino alla conclusione del mandato. Con la postilla dell’assessorato all’ambiente (affidato a Pazienza dopo le dimissioni di Pecorella) che continua a rimanere so­speso anche per la stessa ambiguità del Pdl incapace di fare un nome a cento giorni dalle dimissioni dì Pecorella.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright