The news is by your side.

Vieste/ Strisce blu e grattini si parte: parcheggiare ora costerà di più

16

Da uno a tre e cinque euro le tariffe stabilite dal Comune.

 

 Strisce blu e grattini. Quest’estate a Vieste parcheggiare la propria auto costerà di più. E’ partita l’operazione "parcheggio a pagamento", non solo nelle aree date in concessione a cooperative del luogo e attive già da diversi anni, ma anche in altre zone del territorio comunale finora escluse dalla sosta a strisce blu. Non solo per far cassa (che è ormai divenuta una necessità visti i tagli imposti dallo Stato) ma anche per disciplinare meglio la sosta degli autoveicoli evitando abusi, il comune ha deciso di ampliare la fascia delle strade a "strisce blu", tra polemiche, tante, e con­sensi, non molti. Il sistema appena entrato in funzione è quello, come detto, del "grat­tino" prepagato, scelto dopo una valuta­zione che, in un primo momento, aveva ‘ individuato l’installazione di parchimetri per l’emissione dei relativi tickets. Un mezzo scartato non solo per i maggiori costi riguardanti la materiale collocazione delle macchinette, ma anche per evitare episodi di vandalismo, con conseguente compro­missione del progetto. Le motivazioni che hanno spinto l’Amministrazione comuna­le e, nella fattispecie, l’assessorato al Tu­rismo, ad attivare aree di sosta a paga­mento, scaturiscono dalla necessità di pro­muovere a rotazione l’uso degli spazi ed anche per evitare, come spesso accaduto, che i veicoli vengano lasciati in sosta per giorni interi. Non solo, con l’ampliamento delle aree di sosta a pagamento s’intende favorire un più diffuso e differenziato accesso agli esercizi, assicurando certezza circa la disponibilità degli spazi, riducendo il flusso dei veicoli in disordinata ricerca di destinazione e, conseguentemente, di ca­rico inquinante. Le nuove zone interessate alla sosta a pagamento si riferiscono, per una parte, al centro cittadino e riguardano il corso Lorenzo Fazzini – (fino all’incrocio con via Sante Nobile), la via Giovanni XXIII (da via Giordano a via Firenze), la via Santa Maria di Marino (tutto il tratto fino all’incrocio con il corso Tripoli). L’altra parte riguarda la zona costiera, con i due" lungomari, vale a dire il Mattei (per l’intero tratto fino a zona "Pozzo moretto"), e il lungomare Europa (anche qui intero tratto, fino a San Lorenzo). Si tratta, in linea d’aria, di oltre sette km di strada con capacità "ricettiva" di circa duemila autovetture. Così come prevede il codice della strada, da queste zone saranno esclusi i tratti a libero uso nella percentuale di un posto macchina ogni dieci posti consecutivi assoggettati a pagamento. Gli orari di vigenza, per quan­to riguarda le aree nella zona centrale saranno i seguenti: dalla 8:00 alle 13:00 e dalla 16:00 alle 20:00; mentre per ciò che attiene i due lungomari, sarà vigente l’ora­rio continuato dalla 8:00 alle 20:00.

Gianni Sollitto


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright