The news is by your side.

Ischitella/ Discarica comprensoriale l’idea per abbattere i costi

10

Cagnano, Ischitella e Carpino hanno individuato anche il sito. Dovrebbe sorgere in località Muschiatura. Per il conferimento ora costi eccessivi.

 

 Una discarica compren­soriale per contenere i costi della rac­colta e conferimento dei rifiuti solidi ur­bani sarà realizzata in località "Muschia­tura", in territorio di Ischitella. In tal sen­so i sindaci di Cagnano Varano (Nicola Tavaglione), Canpino (Rocco Manzo), Ischitella (Piero Colecchia) hanno sotto­scritto un protocollo d’intesa. Unione dei" Comuni che, certamente, vedrà crescere il numero delle amministrazioni comunali, in tal senso ci sarebbe già un accordo di massima con Vico del Gargano, Rodi Gar­ganico e Peschici. Una innovativa forma di collaborazione che non riguarderà esclusivamente la gestione del servizio di raccolta dei rifiuti, tant’è che le stesse amministrazioni hanno già costituito l”’Unione dei Comuni della Laguna di Va­rano", amministrazioni cittadine che – vogliamo ricordare – hanno competenza ter­ritoriale sullo specchio d’acqua dell’omo­nima laguna. Gli obiettivi riguardano es­senzialmente la valorizzazione, promozio­ne e sviluppo dello specchio d’acqua; an­cora, promuovere il patrimonio stori­co-artistico dei centri storici e delle tradizioni economico-culturali locali con particolare riferimento alla promozione dei prodotti tipici dei territori ricompresi nell’Unione. Tra l’altro è stato sottoscritto un protocollo d’intesa che prevede l’im­pegno a favorire il recupero delle tradizioni e dei mestieri legati al sistema la­gunare con l’intento di realizzare un centro di documentazione storica per racco­gliere le specificità di un territorio tra i più grandi in Italia. Altro importante obiettivo dell’Unione è la riduzione dei costi, per i singoli comuni, di altri servizi che saranno gestiti in forma associata. L’a­vere individuato la località del centro di raccolta per la realizzazione degli impian­ti finalizzati al potenziamento dei "servizi di raccolta, attraverso l’introduzione di metodi innovativi di raccolta differenzia­ta integrata è, indiscutibilmente, una pri­ma importante iniziativa, anche perchè certamente sarà condivisa, come ricor­davamo, da altri Centri garganici. L’U­nione dei Comuni si tratta di un sistema tra territori per sviluppare strategie con­cordate al fine di tutelare l’ecosistema lagunare e delle zone umide, promuovendo azioni condivise in favore della qualità territoriale e dello sviluppo del turismo, privilegiando la salvaguardia e il rilancio delle vecchie tradizioni e dei lavori ar­tigianali ormai in via di dismissione. Con questi interventi, tra l’altro, si dirà basta agli scempi e si incentiveranno progetti di salvaguardia e tutela di un patrimonio di grande interesse naturalistico, storico e turistico. La realizzazione di questo nuovo strumento giuridico potrà aiutare e dare nuovo stimolo all’economia e alle finanze delle comunità locali, oggi in forte con­giuntura. Uscire dall’atavico pregiudizio municipalistico – spiegano i sindaci, Piero Colecchia, Rocco Manzo e Nicola Tava­glione – è vero che richiede un impegno costante e significativo, ma è utile al fine di poter guardare al futuro con più fiducia.

Francesco Mastropaolo


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright