The news is by your side.

Tremiti/ Delegazione di spiaggia torna attivo l’ufficio

5

A partire dal 1° luglio.

 

Mentre il tu­rismo mordi e fuggi prende d’as­salto la domenica l’arcipelago dio­medeo arriva la notizia che tornerà effettivo dal prossimo primo luglio l’Ufficio della Delegazione di spiag­gia delle Isole Tremiti ad opera della Capitaneria di Porto di Termoli. Il presidio marittimo come era già av­venuto nelle stagioni precedenti, sa­rà ospitato sull’isola di San Domino, in via Matteotti. Questi i recapiti telefonici: 334.6265844; 0882.463751 e fax 0882.463970. Il comandante Claudio Manganello da Termoli ne ha dato notizia al sindaco diomedeo Antonio Fentini con una nota lo scorso 14 giugno. Salvaguardia della vita umana in mare, sicurezza della navigazione e tutela dell’eco­sistema marino, questi i tre cardini dell’azione della Guardia costiera, che a Termoli dispone di 3 moto­vedette, di cui una equipaggiata per l’attività Sar di ricerca e soccorso h 24, e di due gommoni, oltre alle pat­tuglie impegnate a terra per i con­trolli, e nella delegazione spiaggia – della Isole Tremiti di un altro mez­zo. Il servizio mira a ridurre il nu­mero degli incidenti. Per far questo Occorre informare la collettività in modo semplice e informale, fare ac­quisire ai bagnanti la consapevo­lezza dei principi basilari della cul­tura nautica e sottolineando i com­portamenti scorretti, li si spinge a modificarli" hanno spiegano in una nota dalla Capitaneria di Porto. Da qualche anno al Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti a Roma attraverso proprio le Capitanerie di Porto hanno avviato un sistema di informazione che punta a far di­ventare elementi attivi e partecipi al rispetto della legalità, gli stessi diportisti, bagnanti, fruitori in ge­nere del mare e della spiaggia, che tra l’altro sono i primi destinatari delle attività di controllo che si svol­gono lungo i litorali. I controlli alle Isole Tremiti riguarderanno preva­lentemente la fascia di mare desti­nata in modo esclusivo alla balnea­zione, l’uso improprio di moto d’ac­qua e mezzi simili, i limiti di ve­locità in particolare nelle aree im­mediatamente adiacenti alla fascia riservata ai bagnanti, l’osservanza dei segnalamenti galleggianti indi­canti la presenza di subacquei, le . norme per prevenire gli abbordi di mare, il rispetto delle prescrizioni contenute nelle ordinanze di Polizia marittima. Un occhio particolare viene riservato alla tutela ambien­tale, contro tutti i comportamenti dannosi per l’ecosistema marine. Si badi bene che alle Isole Tremiti esi­ste una delle più pregiate riserve marine del bacino adriatico. I con­trolli saranno non invasivi ma in­cisivi, hanno fatto sapere dalla ca­pitaneria di Porto. Per le emergenze è sempre attivo il numero blu 1530, valido su tutto il territorio nazio­nale, che può essere contattato gra­tuitamente da telefonia fissa e da cellulare.

Francesco Trotta


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright