The news is by your side.

Lunedì a Bari il primo meeting nazionale degli assessori regionali allo Sport

1

Insieme per ricercare linee comuni di programmazione, razionalizzare la spesa ed esaltare i progetti che hanno la capacità di incidere sulla qualità della vita delle persone.  Lo sport italiano riparte dalla Puglia, grazie al primo meeting nazionale degli assessori regionali allo sport organizzato dall’assessora al ramo, Maria Campese, in collaborazione col coordinatore nazionale degli assessori regionali allo Sport, Elio De Anna.
 L’incontro – che si terrà lunedì 3 dicembre al Boscolo Hotel di Bari dalle ore 10.30 alle 17 – rappresenta una grande opportunità di confronto istituzionale e di aggiornamento e condivisione delle best practices sportive da sviluppare in sinergia con il territorio, ottimizzando l’erogazione dei finanziamenti e le relative ricadute socio-economiche.
I lavori saranno aperti dall’assessora Campese, la quale introdurrà temi e obiettivi dell’iniziativa, focalizzando i punti di debolezza e di forza del settore.
 Due le sessione previste: al mattino dalle ore 10.30 alle 13 e al pomeriggio dalle 14 alle 17. Ogni assessore presenterà le proprie esperienze maturate in Regione in relazione ai diversi ambiti tematici che consentono di analizzare lo sport in tutte le sue sfaccettature: sport, salute e benessere; sport e turismo; sport ed economia; sport e scuola; sport, integrazione e inclusione sociale. Ampio spazio sarà riservato alla discussione sul protocollo d’intesa firmato il 26 ottobre scorso a Rimini, in occasione della manifestazione Sports days, tra Conferenza delle Regioni,  Coni, Upi e Anci (l’ultimo tra Coni e Ministero risaliva al 1994) con il quale, tra l’altro, le parti hanno condiviso l’obiettivo di valorizzare, a livello nazionale, i progetti di alfabetizzazione motoria nelle scuole, l’impiantistica di vecchia e nuova generazione e di sostenere la pratica sportiva attraverso una effettiva collaborazione tra istituzioni, federazioni e associazioni sportive.
 Il protocollo sarà illustrato dal coordinatore degli assessori De Anna, mentre Donatella Benetti, dell’Ufficio per lo sport del Ministero, nel suo intervento metterà l’accento sulle politiche del Governo in favore del settore e sulle sue prospettive di crescita alla luce anche del documento di programmazione nazionale che il ministro Piero Gnudi presenterà il prossimo dicembre. Presenti al meeting anche i responsabili nazionali di Anci, Upi, Coni e Cip.
Il programma entrerà nel vivo con l’illustrazione, da parte di tutti gli assessori, dei progetti che hanno maggiormente caratterizzato la loro azione politico-amministrativa in favore della promozione e dello sviluppo della pratica sportiva, con specifico riferimento alle risorse investite.
“ Il problema del fondi destinati allo sport dal Governo e degli investimenti delle Regioni è tutt’altro che secondario ”, afferma l’assessora Campese. “Nel nostro Paese va ancora sedimentata la consapevolezza che investire nello sport significa promuovere la cultura del benessere, rispondere alla domanda di aggregazione dei giovani, sostenere l’integrazione delle persone meno fortunate. Serve una svolta culturale, ma bisogna intervenire anche sulla governance, sostenendo decisamente lo sport di base e dilettantistico. Il meeting sarà l’occasione per affrontare anche queste tematiche”.