The news is by your side.

Vieste/ Domani la presentazione di TANINEIDI

1

Vieste, i viestani, le storie, le tradizioni in versi. Hotel Palace ore 16,30

 

E’ in libreria da questa estate la raccolta delle poesie di Gaetano (Tanin) Dellisanti. Nei due volumi sono raccontate le storie ed i personaggi di una Vieste che ormai non c’è più ma che è importante che venga conosciuta e ricordata dalla nuove generazioni. Domani la presentazione, curata dal Circolo Didattico “Gianni Rodari” con il patrocinio del Comune di Vieste, presso l’Hotel Palace dalle ore 16,30.

La raccolta è in vendita presso le edicole di Vieste (Di Mauro – via Veneto; De Maria – c.so Fazzini; D’Altilia – lungomare Mattei) e la Cartolibreria Di Santi – via Veneto.
L’opera è acquistabile contattando anche il sito www.tanineidi.it

«Er affamat, pov’r Pnocchj,
e, arrubbet nu fnocchj,
da nu carabbnir e n’appundet
venn subt auandet.
Purtet n’gaserm, u br’gatir
urdnatt a duj carabbnir:
“A stu grand mascalzon
accumbagnatl in prigion ".
Tann n ‘galer c scev all’appid,
e la gend da sop i marciappid:
"Ma cudd uagnon pi manett
non ej u figghj d Geppett?
Sp’rjem che scenn in prigion
c’mber nu poch l’educazion”.
Ma nu vecchj, assenn da u varvir:
"Pnò, megghj duj carabbnir che t portn mmizz n ‘galer
che ret a duj privt au c’mter !”»

Presentazione

– Paolo Soldano dirigente scolastico

– Ersilia Nobile sindaco di Vieste

– Nicola Rosiello – assessore alla cultura

– Gaetano Zaffarano assessore pubblica istruzione

– Ruggiero Francavilla – direttore generale ufficio scolastico regionale

– Marino Dellisanti IL FIGLIO DEL "PASSANTE"

– Pietro Saggese: Gaetano Dellisanti: l’uomo, il maestro, il cittadino attraverso le sue prose e i suoi versi in dialetto viestano

– Gaetano delli Santi: Cosa lega l’arte cubista e Dalì alla poesia lirica in vernacolo di Dellisanti?

– Ettore Fasani leggera’ alcune poesie del maestro