The news is by your side.

Salvataggio fondazione Turati/ Lunedì incontro alla Regione con l’assessore Attolini

1

Il coro è unanime e il tentativo per salvare la struttura è disperato. Dopo le interrogazioni dei consiglieri Pdl Gian­diego Gatta e Rocco Palese ora anche Dino Marino della III commissione consiliare della Regione Puglia si appella: «Non può morire l’unico posto ospeda­liero di medicina Gargano Nord. La Re­gione ha riconosciuto negli anni la ne­cessità della Fondazione Turati a Vie­ste, arrivando ad accreditarla dal 5 maggio 2008, con 30 posti letto, 16 di medicina e 14 di Riabilitazione post acuzie (codice 56). L’Asl con una deli­bera dell’ agosto 2012, ha attribuito alla "Turati", un tetto di spesa per il 2012, di 510.000 euro che rende praticamente impossibile la gestione della struttura, se si considera che il solo costo del personale utilizzato nella Casa di Cura, nel rispetto dei requisiti minimi di accreditamento, ammonta a circa 780.000 euro all’anno. Ora 23 lavoratori rischiano il posto di lavoro. Vieste e il Gargano nord, non possono giocarsi l’unico presidio ospedaliero per acuti del territorio. E’ evidente che la delibera della ASL non è in sintonia con la programmazione regionale e non lo è neppure per i criteri adottati nell’asse­gnazione del tetto tra le varie strutture private della provincia di Foggia. Per questo chiedo all’assessore Attolini, nell’incontro che si terrà, lunedì 3 di­cembre, alle ore 17, presso l’assesso­rato. Incontro richiesto anche dal con­sigliere Pdl Giandiego Gatta che aveva sollecitato la Regione a intervenire.