The news is by your side.

Foresta Umbra/ L’ex caserma Sansone sarà (forse) la nuova sede del Parco

1

La parte interna è stata totalmente ricostruita.

 

Si avvia forse e finalmente a con­elusione l’iter relativo alla ricon­versione dell’ ex caserma Sanso­ne, sita nel cuore della Foresta Umbra, in agro di Monte Sant’Angelo, in nuova sede lega­le del Parco Nazionale del Gar­gano. Era il 2001, quasi dodici anni fa, e presidente dell’Ente era ancora Matteo Fusilli, quan­do fu annunciato che entro la fine dell’anno seguente, al termi­ne dei lavori di ristrutturazione del suggestivo "Complesso San­sone", gli immobili sarebbero stati consegnati per poter ospi­tare nell’ ex caserma gli uffici del presidente e del direttore, la sala consiglio e alcune stanze per gli organi istituzionali. Il progetto definitivo è stato re­datto dai tecnici dell’assessora­to agli Affari Generali – settore Demanio e Patrimonio della Re­gione Puglia – ing. Marco Mu­ciacci a e ing. Giovanni Vitofran­cesco. La progettazione relativa alla parte architettonica è stata curata dall’architetto Pasquale Emanuele Bisceglie di Foggia, mentre l’impiantistica dall’ing. Antonio Ciuffreda di Vieste, il tutto sotto la supervisione del responsabile del procedimento, ing. Domenico Trotta. Importo complessivo del progetto: 2 mi­liardi e 300 milioni, finanzia­menti ottenuti grazie ai fondi del Ministero dell’Ambiente; l’Ente Parco aveva indetto un’apposita gara per l’appalto dei lavori di "ristrutturazione immobili del Complesso Sansone in agro di Monte Sant’Angelo all’interno della Foresta Umbra". Ancora prima, nel lontanissimo 1996, la Regione Puglia decideva di dare in concessione tali immobili al’ l’Ente Parco del Gargano, come futura sede di rappresentanza. Ebbene, ad oltre un decennio di distanza da allora i lavori relativi alle parti in muratura risultano realizzati, ma la nuova sede del Parco attende ancora luci ed ar­redi. E’ dei giorni scorsi l’appro­vazione da parte dell’Ente, pre­sieduto dall’avvocato sipontino Stefano Pecorella e guidato dal direttore Luca Soldano, della progettazione definitiva relativa all’ arredo e alle luci presentata dall’architetto Bisceglie, in virtù di un incarico ricevuto nel 2000. Importo complessivo di luci ed arredi, rispettivamente pari a 65,721 euro e 117.329 euro. Il complessivo lavoro di trasfor­mazione, dell’immobile che ospitava una caserma del Corpo forestale dello Stato in sede del Parco del Gargano, come spiega l’architetto Bisceglie, è stato poderoso. "L’intervento di ristrutturazione è stato pro­fessionalmente significativo, perché all’immobile è stata data una valenza completamente di­versa da quella che aveva in origine: è stata svuotata dall’interno la vecchia caserma risalente agli inizi del secolo scorso, la quale presentava al centro della sala principale una grossa scala, oltre a piccoli ambienti dove soggiornavano i Forestali. La parte interna è stata totalmente ricostruita, con una scala ellis­soidale che conduce al primo piano, oltre al quale ci sono il piano terra e un piano sottotet­to. Abbiamo poi realizzato di­versi uffici che possono avere un uso flessibile, puntualizza Pasquale Emanuele Bisceglie. Nella futura sede legale del Par­co nazionale del Gargano, vi so­no una reception, una sala espo­sizione, una sala d’attesa, vari uffici, una sala riunioni, una sala adibita alle segreteria, oltre a quelle per presidente e diretto­re. Difficile capire però ad oggi quando il Complesso Sansone ospiterà effettivamente perso­nale ed attività del Parco. L’Ente, che sarà protagonista il prossi­mo 20 dicembre, presso il Museo del Territorio della Provincia di Foggia, della tradizionale Conferenza di fine anno del presi­dente Stefano Pecorella (alla presenza del Presidente della Provincia, dei rappresentanti istituzionali della regione Pu­glia, degli amministratori dei Comuni del Parco, delle Univer­sità degli Sudi di Foggia e di Ba­ri, della stampa e di tutti quanti hanno lavorato con l’Ente Parco per il Gargano), è attualmente impegnato anche in un altro, importante intervento. E’ quello relativo ai lavori di restauro, ri­naturalizzazione e valorizzazio­ne della piscina in località Carlo Nero, a Carpino. I lavori, che hanno un importo di 62.806 eu­ro, sono stati affidati alla società cooperativa Deltambiente.
lp
l’Attacco

————————————————————————————————-

Comunicazione pubblicitaria

Al Ristorante Il Capriccio

Si scioglie il ghiaccio delle parole non dette/
Si riaccende il lume della ragione/
Si scalda il senso dell’amicizia/
Si guarda il mare alla finestra/
Al Ristorante il Capriccio/
Sorge il sole a mezzanotte/
Non fa mai freddo/
È sempre natale……
Se pensi di meritare il meglio prenota la cena del 23
CHRISTMAS DINNER – JAZZ QUINTET SONG
…e il veglione di fine anno: gran menù, musica dal vivo e dopo la mezzanotte…immagina!

Ristorante Il Capriccio
Località Porto Turistico – Vieste
Tel. 0884 707899
www.ilcapricciodivieste.it per più dettagliate informazioni
—————————————————————————————————————–