The news is by your side.

Vico/ “Bloccate quei lavori la condotta di amianto dev’essere sostituita”

1

Italia Nostra alla Procura: “a rischio la salute”.

 

Una denuncia alla Procura della Repubblica di Lucera del presidente dell’associazione "Italia nostra­ Sezione Gargano", Menuccia Fontana in merito ai lavori di rifacimento della rete idrica Rodi Garganico-Peschici.  La condotta viene eseguita – spiega il presidente – affiancandola a quella esistente in amianto; in difficoltà con il progetto presentato alle amministrazioni comunali di Rodi e Vico, che parla di sostituzione. Tutto questo – sottolinea, Fontana – de­termina uno stato di pericolosità una vera e propria bomba ecologica in quanto la pe­ricolosità per la salute pubblica di una con­dotta in amianto inattiva, quindi soggetta a processo di essicazione, è più che provata. La preoccupazione è ancora maggiore considerato che si tratta di una zona agri­cola che sarebbe gravemente danneggiata. Il presidente dell’associazione ambienta­lista ha informato i sindaci di Rodi Nicola Pinto, e Vico, Pierino Amicarelli, che quanto si sta realizzando è «difforme da quello presentato che prevedeva la sostituzione dell’attuale condotta e non l’affiancamento di una nuova più grande». Vengono sollevate perplessità anche sul­le modalità di esecuzione dei lavori di scas­so che – denuncia il presidente Fontana – non sono eseguiti nel rispetto della zona pae­saggistica di grande pregio, sottoposta a vincolo idrogeologico, in un territorio che ricade interamente nel parco nazionale del Gargano.La zona è anche di grande pregio naturalistico (nell’oasi agrumaria del Gar­gano), il cui prodotto è Igp (Indicazione geografica protetta". Di qui l’invito all’Acquedotto pugliese di procedere al controllo anche sui vecchi tubi ricoperti di amianto che pare siano stati inopportunamente sotterrati e non rimossi come impone la legge, raccomandazione che, evidentemente, è stata tenuta in scarsa considerazione. Un altro dato che inchioda a precise responsabilità l’Acquedotto pugliese è la nota dell’ente parco, che ricorda di avere autorizzato la «sostituzione dell’attuale condotta idrica da posarsi che, però, dalla documen­tazione presentata non si evince che la con­dotta da sostituire fosse in cemento amian­to». Il direttore dell’ente parco, Luca Soldano, raccomandava pure di conferire a discarica autorizzata i materiali, compresi quelli costituenti la vecchia condotta in amianto. L’Acquedotto pugliese assicura che tutti i lavori sono eseguiti in «conformità alle au­torizzazioni ottenute in merito ai vincoli esistenti sulle aree interessate dai lavori stessi». Per quanto riguarda la condotta in ce­mento amianto, attualmente in esercizio, non è stata rimossa in quanto «destinata a rimanere in esercizio a supporto e ad integrazione del flusso, in casi di emergenze del realizzando acquedotto». A fare chiarezza su tutta la vicenda sa­ranno ora i magistrati della Procura luce­rina, chiamati direttamente in causa af­finchè venga rimossa la condotta in amian­to.

Francesco Mastropaolo

 

———————————————————————————————————

Comunicazione pubblicitaria

Al Ristorante Il Capriccio

Si scioglie il ghiaccio delle parole non dette/
Si riaccende il lume della ragione/
Si scalda il senso dell’amicizia/
Si guarda il mare alla finestra/

Al Ristorante il Capriccio/
Sorge il sole a mezzanotte/
Non fa mai freddo/
È sempre natale……
Se pensi di meritare il meglio prenota la cena del 23
CHRISTMAS DINNER – JAZZ QUINTET SONG
…e il veglione di fine anno: gran menù, musica dal vivo e dopo la mezzanotte…immagina!

Ristorante Il Capriccio
Località Porto Turistico – Vieste
Tel. 0884 707899
www.ilcapricciodivieste.it per più dettagliate informazioni
—————————————————————————————————————–