The news is by your side.

Parco/ Aree contigue. Quando la politica non riesce a decidere

1

Differenza di vedute tra le comunità del promontorio e parte della politica e delle istituzioni. I pidiellini vorrebbero che le zone venissero individuate all’esterno dell’attuale perimetro geografico.

L’Unione di capitanata, invece, sarebbero favorevoli a circoscrivere le aree contigue all’interno della perimetrazione dell’area protetta. Ma, sicuramente è un patrimonio che dovrebbe essere gestito meglio e nell’interesse di tutti. I primi cittadini della “Città Gargano” sono compatti sulla necessità di portare a compimento il Piano.

 

Le aree contigue del Parco nazionale del Gargano, le zone cuscinetto a difesa del­l’area protetta, a Palazzo Dogana spac­cano il centrodestra sul Gargano unifica­no le Amministrazioni municipali senza distinzione di appartenenza politica. La comunità del Parco rappresentata dai sindaci di Vieste, Cagnano Varano, Ischi­tella, Lesina, Manfredonia, Mattinata, Monte Sant’Angelo, Peschici, Rignano Garganico, Rodi Garganico, S. Giovanni Rotondo, San Marco in Lamis, Sanni­candro Garganico e Vico del Gargano, è compatta nel portare a compimento, do­po anni di attesa, il Piano del Parco. Lo strumento che enuncia regole certe e condivise per la gestione e lo sviluppo dell’ area protetta. I sindaci del Parco non accettano l’idea che il loro voto unanime nella riunione del 26 ottobre, dove è sta­ta eliminata dal Piano la sezione relativa alle aree contigue, sia dovuto ad una suc­cessiva rivisitazione dei confini del Parco Nazionale. “Le estrapolazioni delle aree contigue sono da discutere con la Regio­ne. Anche se noi, come comunità del Par­co, siamo convinti che sia una condizio­ne che metterebbe un po’ di ordine al­l’inteno del territorio” ha affermato Do­menico Vecera, sindaco di Peschici, che, sul possibile cambio della perimetrazio­ne del Parco ha aggiunto: “I confini del Parco non cambieranno. Sino a qualche giorno fa non c’ era corresponsione tra Piano del Parco ed esigenze delle comu­nità territoriali. Le aree contigue sono a tutti gli effetti zona Parco, quindi zone gravate da divieti e vincoli. Svincolate di­venterebbero libere”. Dunque possibilità per Enti e privati di usufruirne: “senza cambiare la destina­zione urbanistica alla quale sono circo­scritte –precisa Vecera -. Se vi sono zone agricole all’interno delle aree contigue resteranno agricole, se vi sono aspetti edi­ficabili resteranno tali”. Vito di Carlo, sindaco di Rignano Garganico, precisa; le aree contigue sono di pertinenza regionale. Non è materia della comunità del Parco. Noi ci siamo limitati ad avan­zare le nostre proposte. Se saranno ac­cettate bene, altrimenti andremo avanti lo stesso. Per il Comune che amministra – specifica Di Carlo – tutto può restare così come è. Anche se resto fermamente, convinto che la Regione debba ascoltare e tenere conto delle indicazioni che arri­vano dalla comunità territoriali. Non può approvare qualcosa che sia un im­pedimento peri cittadini che vivono nel­la zona oggetto del provvedimento”. La­pidario e, allo stesso tempo, chiarissimo il primo cittadino di Manfredonia Angelo Riccardi: “l’intenzione del Comune di Manfredonia, ma credo anche quella degli altri comuni del Parco, non è quel­la di cambiare il perimetro dell’ area protetta ma di rendere la medesima mag­giormente fruibile e funzionale. Per i cit­tadini del Gargano e per i tanti turisti e pellegrini che ogni anni arrivano nel nostro territorio”.

L’Attacco

 

 

————————————————————————————————————————

Informazione pubblicitaria

Al Ristorante Il Capriccio

Si scioglie il ghiaccio delle parole non dette/
Si riaccende il lume della ragione/
Si scalda il senso dell’amicizia/
Si guarda il mare alla finestra/

Al Ristorante il Capriccio/
Sorge il sole a mezzanotte/
Non fa mai freddo/
È sempre natale……

Se pensi di meritare il meglio prenota la cena di questa sera 21
CHRISTMAS DINNER – JAZZ QUINTET SONG
…e il veglione di fine anno: gran menù, musica dal vivo e dopo la mezzanotte…immagina!

Ristorante Il Capriccio
Località Porto Turistico – Vieste
Tel. 0884 707899
www.ilcapricciodivieste.it per più dettagliate informazioni
—————————————————————————————————————–