The news is by your side.

Proiettili a Vieste, reazione veemente di Tano Grasso: “Atto gravissimo”

1

Domani l’incontro in Foresta Umbra dopo l ‘attentato a Vittoria Vescera.

 

“Se continuiamo a pensare che il problema non tocca tutti cadiamo nella loro logica e li facciamo cre­scere. Adesso credo che sia il mo­mento non solo di fare i nomi di chi taglieggia ma anche di quei” colle­ghi” che pagando armano le mani dei delinquenti”.Così la 48enne im­prenditrice viestana Vittoria Vesce­ra, anima dell’associazione anti­racket della città del Pizzomunno, parlava mesi fa del cancro delle estorsioni e dell’usura. Nel giro di pochi mesi la viestana è stata vitti­ma di due attentati intimidatori. L’ultimo dei quali si è verificato mar­tedì sera a poche ore dalla passeg­giata antiracket a Peschici e Vieste. Quattro i colpi di pistola sparati al­l’indirizzo dell’auto di Vescera, già data alle fiamme in precedenza. Un “gravissimo atto intimidatorio” per Tano Grasso, uomo simbolo della lotta al racket e presidente onorario dell’associazione viestana. Un epi­sodio che ammonisce tutti a non abbassare la guardia. E’ con questo spirito che sabato prossimo, 21 di­cembre, presso l’Ufficio territoriale per la biodiversità di Foresta Umbra del Corpo Forestale dello Stato, in località Foresta Umbra a Monte Sant’Angelo, alle ore 10.30 il Prefet­to di Foggia Luisa Latella presie­derà una riunione del Comitato Provinciale per l’ ordine e la sicurez­za pubblica, per fare il punto della situazione in area garganica, con particolare riferimento ai fenomeni del racket e dell’usura. Alla riunione prenderanno parte anche il Com­missario straordinario del Governo per il coordinamento delle iniziati­ve antiracket ed antiusura, Prefetto Elisabetta Belgiorno, il Procurato­re distrettuale antimafia di Bari ed i Procuratori della Repubblica di Foggia e Lucera. Dalla Prefettura di Foggia comunicano che il presi­dente onorario della F.A.I. Tano Grasso ed altri rappresentanti dell’associazione saranno ascoltati nel corso della riunione. Invita a “tener desta l’attenzione contro la crimi­nalità” anche il presidente provin­ciale della Confcommercio provin­ciale Damiano Gelsomino, il quale interviene dopo gli ultimi attentati a Vieste e San Severo affermando che “l’approssimarsi delle festività na­talizie non deve far perdere di vista a tutti noi la centralità della sicurez­za e della lotta alla criminalità”. “Al di là della solidarietà e della vicinan­za umana che come Confcommer­cio abbiamo testimoniato alle vitti­me, quello che appare fondamen­tale è mantenere viva su tutto il ter­ritorio provinciale l’attenzione e la voglia di non arrendersi alla violen­za e alle minacce”, prosegue Gelso­mino. “Le ultime notizie testimo­niano come il fenomeno sia diffuso in molte zone del territorio provin­ciale e la profonda crisi in atto rende la situazione ancora più pericolosa. Come associazione di categoria ri­badiamo la disponibilità e la vo­lontà a collaborare con le istituzioni per assicurare tutela e sostegno a coloro i quali su questo territorio hanno ancora voglia di fare impre­sa. Nel rispetto dei principi di lega­lità” conclude il presidente provinciale di Confcommercio. Sono tan­te le dichiarazioni di solidarietà ar­rivate a Vittoria Vescera in queste ore, tra cui quella del sindaco di Vie­ste Ersilia Nobile, per la quale “se dietro al delirante gesto vi è la logica di continuare ad intimidire la no­stra comunità o di associare segna­li di reviviscenza di fenomeni mala­vitosi si ribadisce, con il tono più fer­mo, che nulla rimarrà intentato da parte delle istituzioni preposte e del sano tessuto cittadino affinchè si estirpi fin dalla radice e definitiva­mente la ’ulterio­re unità e compattezza di intenti e di azioni nel contrastare una deriva che metterebbe in pericolo tutta la comunità viestana. Nessuno esclu­so”. Ad esprimere vicinanza all’imprenditrice viestana anche il Con­sorzio Gargano Mare, guidato dal­l’ amica e collega di Vescera, Rossel­la Falcone. “Il Consorzio “Gargano Mare” manifesta piena solidarietà alla collega ed associata Vittoria Vesera per il vile gesto che è stato per­petrato ai suoi danni la scorsa notte, atti intimidatori non ammissibili in una società civile che tanto sta cercando di fare per affrancarsi da logiche vessatorie criminali”. “Siamo solidali con Vittoria Vescera non solo come Consorzio, ma in­nanzitutto sotto l’aspetto persona­le, il nostro è un rapporto che va ol­tre quello esistente tra semplici col­leghi di lavoro”, sottolinea Falcone. “Questi avvenimenti non ci lasciano indifferenti, perché apparteniamo tutti alla stessa co­munità, dunque siamo colpiti tutti allo stesso modo. Quello del racket è uno fenomeno che stiamo cercan­do di estirpare, spero che questi at­tentati non vadano ad intaccare il gran lavoro fatto dall’associazione antiracket, la quale ci sta aiutando ad uscire dal buio che ci ha avvolto per anni. I cittadini non devono sentirsi soli e perdere la speranza e la fiducia”, prosegue la presidentes­sa del Consorzio Gargano Mare. “Il Consorzio è molto vicino all’asso­ciazione antiracket, gran parte dei nostri consorziati sono membri dell’associazione. Resteremo con la schiena dritta, diventando sem­pre più forti e portando avanti que­sta battaglia”.

Lucia Piemontese
L’Attacco

 

————————————————————————————————————————

“L’uomo abile lo riconosci dal raccolto
Ma più forte dell’uomo abile è l’uomo di fede.
L’uomo di fede lo riconosci dalla buona semina.”

2013 AUGURI

NELL’ANNO DELLA FEDE
OndaRadio