The news is by your side.

Cagnano Varano/ Civiltà rupestre convenzione con l’università

3

Partito un programma di valorizzazione.

 

Un progetto culturale di indiscuti­bile spessore ai fini della valo­rizzazione del patrimonio antropologico, storico ed archeologico è stato condiviso dal Comune di Cagnano Varano e l’Università degli Studi di Foggia (Dipartimento di Studi Umanistici) che hanno sottoscritto una apposita convenzione, finalizzata allo stu­dio e valorizzazione del patrimo­nio storico-artistico."Si concre­tizzeranno così – spiega l’assessore alla Cultura del centro garga­nico, Palma De Simone – le ini­ziative dell’ Ammini­strazione per quanto riguar­da le attività coordinate, in questi anni, da Pasquale Fa­via, docente’ presso l’Uni­versità di Fog­gia. "il proget­to – spiega l’as­sessore De Si­mone – finalizzato allo studio e valorizzazio­ne del nostro patrimonio, culturale, do­po una fase di indagini preli­minari, entra così nel vivo. La prima fase della ricerca si è concentrata su­gli aspetti della civiltà rupestre nel comprensorio della laguna di Varano, con particolare attenzio­ne alla chiesa rupestre "Grotta di San Michele", ubicata a poca di­stanza dal Centro urbano e dal lago di Varano. Il sito, frequen­tato fin dal paleolitico rappresen­ta una importantissima testimonianza del culto micaelico sul Gargano: all’interno della grotta, dal grande fascino naturalistico e spirituale, trovano posto affre­schi e graffiti a soggetto devo­zionale, risalenti ai secoli cen­trali del Medioevo; inoltre nel cuore del sacro speco è ancora visibile lo stillicidio delle acque, tipico del culto micaelico orien­tale". La grotta è ricca di graffiti lasciati dai pellegrini che nel cor­so dei’ secoli, oltre a visitare la Grotta di San Michele, a Monte Sant’Angelo, si fermavano anche a Cagnano Varano. Apprezzabile la pavimentazione in basoli cal­carei; notevole attenzione è stata anche rivolta allo studio de­gli affreschi presenti all’in­terno del sacro speco, oggetto di una nuova e corretta lettu­ra. In progetto, sarà effettuato un nuovo rilie­vo, con tecno­logia laser scanner, della grotta di San Michele, finalizzato alla rea­lizzazione di un modello tri­dimensionale della chiesa rupestre da rendere pubblicamente ac­cessibile sul si­to istituziona­le del Comune per la visita e fruizione vir­tuale dell’importante luogo di culto micaelico. E’ prevista – conclude De Pal­ma – per quest’anno anche l’or­ganizzazione di visite guidate al­la grotta di San Michele nell’am­bito delle attività estive, al fine di far conoscere e apprezzare il pa­trimonio culturale cagnanese anche ai turisti. Infme, le ricerche si sono concentrate sulle espressio­ni dell’habitat rupestre nel ter­ritorio di Cagnano Varano e sulle fonti inerenti l’origine dell’abi­tato garganico.

Francesco Mastropaolo


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright