The news is by your side.

Calcio Juniores/ Apricena – Atletico Vieste 1–2

9

Non basta la voglia di lottare a questo Apricena e neppure l’attenuante di aver giocato trenta minuti di partita in inferiorità numerica ed addirittura in nove uomini nella parte finale. L’Atletico Vieste ha colto l’intera posta in palio con un perentorio 2-1.

Ancora  una sconfitta interna per l’Apricena di mister Bonfitto, costretto a piegare il capo di fronte ad un Vieste determinato e agguerrito. Gli ospiti, più solidi sotto il profilo tecnico, hanno comunque dovuto sudare le proverbiali sette camicie per avere ragione dei padroni di casa. Una partita dai tratti agonistici molto marcati, forse anche troppo. Il direttore di gara comunque ha cercato di tenere  in mano le redini dell’incontro, ricorrendo a cartellini gialli e rossi  non  riuscendo a calmare gli animi nei pur numerosi episodi al limite del regolamento. L’avvio di partita mette immediatamente in evidenza questo canovaccio. Molti gli scontri di gioco a metà campo, nessuno tira indietro la gamba e, soprattutto, il Vieste accetta la sfida sul piano fisico lanciata dall’ Apricena. I padroni di casa dimostrano carattere e voglia di vincere, ma spesso quel che ne esce assomiglia più ad un assalto all’arma bianca che ad una trama di gioco efficacemente architettata. L’errore dei locali sta nel riversarsi con eccessivo "entusiasmo" nella metà campo avversaria, con l’intento di colpire per primo in qualsiasi modo. Avviene l’esatto contrario, al 29’ De Vita recupera palla sulla fascia sinistra e lancia in profondità per Ricucci, l’aggancio dell’attaccante è perfetto così come il suo dribbling a far fuori il suo marcatore, si sistema la palla sul destro è lascia partire un missile da 35 metri che ferma la sua corsa in fondo alla rete  per l’1-0. Non dura, però, molto la gioia della formazione di Chionchio che al 42′ viene raggiunta grazie alla concessione di un rigore fischiato più dal pubblico sulle tribune che dall’arbitro. Al 44′  l’episodio che cambia il volto al match, De Leo  lancia in profondità Ricucci, che si beve un paio di difensori ed entrato in area viene falciato  come il grano il mese di Giugno. L’arbitro indica il dischetto ed è proprio Ricucci che va alla trasformazione. Ma la scelta dell’attaccante viestano è sciagurata, praticamente una telefonata per Spallone che manda in angolo. Dagli sviluppi del susseguente calcio d’angolo, la palla arriva sul secondo palo dove è appostato Ruggieri che di testa riporta in vantaggio la squadra viestana dando libero sfogo alla sua felicità. Nella ripresa il Vieste vuol chiudere i conti e prosegue nell’accettare a viso aperto il gioco muscolare della squadra avversaria. I primi 15 minuti sono assai interessanti, con la squadra ospite che colleziona  palle gol a ciclo continuo. Al 52′ Notarangelo pescato bene in area da Cariglia colpisce la traversa. Al 55′ e al 60′ bisogna parlare di  interventi prodigiosi dell’attento e reattivo portiere Spallone, che nega la gioia della rete prima a Notarangelo e poi a Sicuro. L’Apricena non è rimasto a guardare, ha cercato di avanzare col baricentro e di portare pericolo per rendere meno semplice il pomeriggio per la squadra viestana senza riuscirci. Gli ultimi tentativi dell’ Apricena passavano attraverso i palloni scagliati nell’area viestana alla ricerca di errori da parte del reparto difensivo visto che la squadra di casa per l’eccessivo temperamento è stata costretta a giocare l’ultima parte in nove uomini . L’Atletico Vieste  ribatteva colpo su colpo, portando a casa un’altra preziosa e meritata vittoria in questo 2013.
A fine gara il commento è affidato al tecnico Chionchio  «Non è stato facile ottenere la vittoria contro l’Apricena, avversario che merita qualcosa in più rispetto alla classifica attuale. Siamo partiti benissimo, poi è bastata una disattenzione per riaprire la partita. Nella ripresa  le migliori occasioni  sono state le nostre. Alla vigilia avevo sottolineato le motivazioni degli avversari e il fatto che non sarebbe stata una partita facile. Alla fine sono arrivati tre punti, i ragazzi hanno combattuto con la voglia di prenderseli dal primo all’ultimo istante. Ancora una volta la squadra ha mostrato la mentalità giusta per centrare l’obiettivo. Si tratta di continuare così perché di ostacoli del genere ne troveremo parecchi nel girone di ritorno che è appena iniziato.

Vieste:Ragno, Ragni, Dimauro(dal 70′ Papagni),De Vita, Ruggieri, Coco, Cariglia,De Leo, Sicuro, Ricucci, Notarangelo (75′ Sicignano)

a disp. Quitadamo, Ricci, Losito all.Chionchio

reti: al 29′ Ricucci, al 42′ Tozzi e al 45′ Ruggieri

 

 Risultati della 12^ Giornata

Real Bat – Cerignola            3 – 1
Carapelle – Sanseverese      6 – 0
Apricena – Atletico Vieste    1 – 2
Lucera – Manfredonia          0 – 1
San Severo – S.G.Rotondo   0 –1
Alexina – Gargano calcio      0 – 0

     CLASSIFICA

MANFREDONIA 32
S.SEVERO 25
CERIGNOLA 25
A.VIESTE 24
CARAPELLE 24
REAL BAT 21
N. LUCERA 13
S.GIOVANNI R. 12
APRICENA 11
GARGANO C. 10
SANSEVERESE 7
ALEXINA 2

 

 

Vincenzo Casamassima


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright