The news is by your side.

Usura/Ancora una volta il coraggio di denunciare ha sortito i suoi effetti

2

Il Tribunale di Foggia, I Sezione Penale,  in data 15.01.2013, ha condannato  L.F.  alla pena di due anni di reclusione per il reato di usura, nel procedimento penale in cui si è costituita parte civile la Fondazione “Buon Samaritano”. Sono state accolte, quindi,  le richieste della Procura e dei difensori delle parti civili (per V.M., vittima di usura, l’avv. Adamo Brunetti, e per la Fondazione l’avv. E. Rando).
Si tratta di una vicenda accaduta in San Severo negli anni 2008 – 2009 in cui V.M. ha subito ingenti danni, morali e materiali, a causa del pagamento degli interessi usurari nei confronti di L.F. e di altro individuo A.F. già condannato per lo stesso episodio con posizione processuale definita in altro procedimento. La persona offesa, una volta contattata la Fondazione e da quest’ultima sostenuta ed assistita in tutte le fasi processuali, ha avuto il coraggio nel 2010 di denunciare i propri aguzzini,  entrambi condannati in I grado dopo solo due anni.
La Fondazione “Buon Samaritano”, attivandosi ancora una volta a sostegno di chi è vittima di un reato così grave, evidenzia nuovamente la necessità e l’importanza della denuncia, che rappresenta l’unica soluzione per liberarsi dal dramma dell’usura.
    

                                    Il Presidente
                                 Ing. Giuseppe Cavaliere