The news is by your side.

Cagnano/ Torna l’allarme erosione

1

Anni di promesse senza intervenire: ora sta succedendo l’irreparabile: Servono opere di messa in sicurezza.

 

Il grave e preoccu­pante fenomeno che sta distruggendo la fascia costiera della laguna di Varano diventa anche un momento per risalire ad eventuali responsa­bili. L’indice contro gli amministratori comunali di Cagnano Varano l’ha puntato il consigliere di minoranza, Gianluca Giornetti, per il quale "Anni di negligenza amministrativa hanno portato e causato il ,"disastro" a Cagnano Varano specie per la marina di Capojale",Giornetti parla di errori di fondo, tra i quali c’è stata la ricerca del "facile consenso elettorale – spiega – che ha fatto sottovalutare i problemi legati all’erosione della costa di Capojale senza considerare i giu­sti accorgimenti tecnici che avrebbero quanto meno limitato i danni. Anni di promesse milionarie per opere strutturali di protezione mai realizzate hanno delineato un conflitto tra politica e cittadinanza ormai incolmabile. In questa vicenda l’amministra­zione comunale ha sicuramente sbagliato. Il consigliere Giornetti indica anche la strada da percorrere per evitare che la situazione s’aggravi sempre più con conseguenze inimmaginabili. "Adesso per il consigliere comunale "Bisogna mettere da parte le polemiche e muoversi su due fronti diversi ma che hanno entrambi l’obiettivo della prevenzione: la messa in sicurezza del litorale di Capojale che presuppone un pro­gramma di investimenti affinchè le somme stanziate (circa un milione e mezzo di euro) vengano subito sbloccate ed utilizzate per far fronte all’emergenza. Ancora, aprire un tavolo di lavoro con la partecipazione di tutti gli enti comunali interessati al problema nonché con la par­tecipazione di Provincia, Re­gione e Governo centrale che abbia lo scopo di programmare e definire interventi strutturali di protezione delle costa del Gargano nord. In questo caso – sottolinea Giornetti – occorre però agire facendo leva sulla mediazione e credibilità politica che oggi, a Cagnano Varano, abbiamo perso, visto che si continua a pro­mettere opere faraoniche senza prima aver con­siderato quelle realmente utili ed importanti come quella relativa all’erosione delle coste. Il Consiglio comunale ha adottato un provvedi­mento straordinario volto all’ottenimento dello stato di calamità naturale e allo svincolo delle somme già stanziate in deroga al rigido sistema del patto di stabilità’ onde consentirne l’im­mediato utilizzo per salvare le due frazioni marine in cui spiaggia e pineta sono state completamente erose dal mare in burrasca nel mese di dicembre, Ricordiamo che in questo senso si è mosso anche il consigliere regionale, Giandiego Gatta, il quale ha presentato un’in­terrogazione al presidente del Consiglio re­gionale, Nicola Vendola, e all’assessore Fabiano.

Francesco Mastropaolo