The news is by your side.

Catene a bordo, obbligo su molte strade pugliesi

3

Fino al 31 marzo anche se c’è bel tempo, Ma in alternativa si possono utilizzare le gomme termiche.

 

«Catene» o gomme da neve obbligatorie anche .quest’inverno su gran parte delle strade pugliesi. Lo ha stabilito, nei giorni scorsi, l’ente gestore della rete stradale ed autostra­dale italiana «Anas», comunicando che dallo scorso 1 dicembre sino al prossimo 31 marzo, per tutti i veicoli a motore sarà in vigore l’obbligo di catene a bordo o l’utilizzo di pneumatici invernali su alcuni tratti delle strade statali pugliesi maggiormente esposte al rischio di precipitazioni nevose. L’art. 6 comma del codice della strada, dopo , le modifiche della Legge nr. 120 del 29 luglio 2010 (<<Disposizioni in materia di sicurezza stradale»), ha infatti introdotto la possibilità per gli enti proprietari o gestori della strada di disporre, medianote ordinanza, l’obbligo per i veicoli di munirsi od avere a bordo catene da neve (i cosiddetti mezzi antisdrucciolevoli) o pneumatici invernali idonei alla marcia su neve o su ghiaccio. L’obbligo, che è bene chiarire, vige ano che in assenza di neve o ghiaccio e in caso in cui il clima non sia rigido, riguarda le province di Bari (la SS 96 «Barese», la SS 99 «di Matera», la SS 110 «di Gioia del Colle», la: SS 170 dir, la SS 172 «dei Trulli» e la SS 172 dir),di Barletta-Andrta-Trani (la SS 93 «Appulo Lu­cana»), di Taranto (la SS 100 «di Gioia del Col­le» e la SS 7 «Appia») e di Foggia (SS 17 «Dell’ Appennino abruzzese ed Appulo sannitico», la SS 17 var., la SS 90 «Delle Pu· glie», la SS 655 «Bradanica», la SS 272 «di San Giovanni Ro­tondo», la SS 89 «Garganica» e la SS 89 dir B) dove i «centauri» della Polizia stradale già da alcuni giorni hanno predisposto una serie di specifici controlli per verificare l’osservanza dell’obbligo che, co­me meglio chiarisce il spiega Leonardo Rufìni, primo dirigente della Sezione Polizia stradale di Bari, «sarà segnalato su strada tramite apposita segnaletica verticale ed avrà validità al di fuori del periodo indicato in caso di precipitazioni nevose o formazioni di ghiaccio». In caso di inosservanza dell’art.6 del codice della strada (assenza di catene da neve a bordo o mancata dotazione di pneumatici invernali) «salata» è la san­zione pecuniaria prevista (da 80 a 318 euro) per i trasgressori.
Alcuni chiarimenti comunque sono d’ob­bligo per meglio in­terpretare le norme vi­genti e non farsi tro­vare impreparati. Per essere considerati pneumatici invernali, per esempio, le gomme devono necessariamente essere contraddistinte dalla marcatura «M&S, MS, M-S, M+S». Solo pneumatici invernali MS ( mud e snow – fango e neve) possono essere considerati equivalenti alle catene da neve omologate e quindi in grado di rispettare gli obblighi di legge. I pneumatici invernali presentano anche un simbolo rappresentante un fiocco di neve rac­chiuso nel pronto di una montagna, sim­bolo denominato snowflake. Le cosiddette «calze da neve», spiega­no anche gli uomini della Polstrada, non sono equiparate alle catene e pertanto in Italia non sono ammesse. Così come la normativa non prevede alcuna deroga per i veicoli a quattro ruote motrici che, pertanto, dovranno es­sere anch’essi equipag­giati con catene o pneu­matici invernali. «In ogni caso – fanno notare i vertici del Compartimento Poli­zia strade della Puglia oltre alle catene e alle gomme da neve, ad ogni automobilista, specie in questo periodo invernale, raccomandiamo di viaggiare con prudenza e a velocità moderata poi­ché la presenza di neve o di ghiaccio sul manto stradale provoca una riduzione di aderenza al suolo».Un invitò che, a ben vedere, è: un sal­va-vita per tutto l’anno .