The news is by your side.

Pioggia e neve ci salvano dalla siccità

2

L’assessore Amati: “notevole l’incremento d’acqua in tutti gli invasi. Una buona notizia per l’estate, ma speriamo in nuove precipitazioni”.

 

«Le piogge e il maltempo di questi giorni, hanno portato be­nefici nella disponibilità idrica del­la nostra Regione. In un solo giorno abbiamo raccolto oltre 22 milioni di metri cubi in tutti i principali in­vasi. Ora è più che mai indispen­sabile il risparmio idrico, ad evitare che nelle prossime annate idro­logiche si possa ripetere lo stato di pre-emergenza del 2012, o quello di emergenza di alcuni anni prece­denti, fonte di notevoli conflitti tra le esigenze idropotabili e quelle agricole pugliesi». E quanto ha affermato l’assessore regionale alle opere pubbliche e protezione civile, Fabiano Amati sottolineando lo stato di grazia, per la quantità d’acqua contenuta, dei notti invasi e che fanno ben sperare per il futuro. «Le precipitazioni che hanno in­teressato la Puglia e le regioni vicine nelle scorse giornate – ha spiegato Amati – hanno comportato un significativo incremento di tutte le fonti di approvvigionamento idri­co. Solo per fare un esempio, si osservi il dato registrato al plu­viometro di Caposele nel mese di febbraio: sono caduti 175 mm di pioggia totale, che significa aver già superato il dato medio dell’intero mese, pari a circa 133 mm, grazie agli oltre 70 mm di pioggia delle ultime 24 ore. Cumulando questo dato agli apporti dei mesi prece­denti, si evidenzia una crescita del tributo delle sorgenti del Sele-Ca­lore (circa 800 litri al secondo in più rispetto al tributo registrato lo stes­so giorno dello scorso anno). Una quantità d’acqua in grado di far recuperare il grave deficit che si è verificato nel 2012». La situazione complessiva, quin­di, sembra ad oggi, dal punto di vista delle disponibilità idriche, evolvere verso un allineamento con i dati medi storici e che fa guardare alla prossima estate con un certo ottimismo, anche considerando che la stagione fredda non è ancora conclusa e che le, montagne dell’ Ap­pennino meridionale sono ricoper­te da uno spesso strato di neve. «Tuttavia, considerato che gli uti­lizzi irrigui com’è naturale aumen­teranno nel prossimo periodo esti­vo, l’effettiva disponibilità di ri­sorsa dipenderà dalle precipitazio­ni che si avranno nei prossimi mesi. Questo aspetto assume particolare rilevanza per quel che riguarda l’invaso di Occhito, ancora al di sotto del 50 per cento della capacità totale di invaso, nonostante gli ultimi incrementi registrati e che hanno fatto passare la disponibilità d’acqua da 102.284.000 metri cubi del 12 febbraio a 110.412.000 metri cubi di ieri con una differenza, in positivo, di ben 8.164.000 metri cubi».

 

————————————————————————————————————-

Informazione pubblicitaria

Ho fame della tua bocca, della tua voce,
sono affamato del tuo riso che scorre,
ho fame della pallida pietra
delle tue unghie,
voglio mangiare la tua pelle
come mandorla intatta.
Voglio mangiare il fulmine
Bruciato nella tua bellezza
E affamato vado e vengo
cercandoti.

Pablo Neruda

Ciao, credi nell’amore a prima vista.. oppure vuoi che ci ritroviamo al Capriccio?

Speciale San Valentino 2013 al Ristorante Il Capriccio
Giovedì 14 Febbraio Cena a lume di candela con musica dal vivo al prezzo di € 50,00 per persona tutto incluso.

Menù
   » Bollicina di benvenuto con ostriche e finger food;
   » Merluzzo mantecato in crosta di polenta salsa di acciughe e misticanza di verdure;
   » Risotto “rosso Valentino”;
   » Turbante di spigola con patate “fiammifero”, spinaci novelli in salsa zafferano.

Un dessert per due:
   » Cuore morbido di cioccolato bianco, con zuppetta calda di frutti di bosco e meringa;
   » Piccola pasticceria.

Vino:
   » Vini di nostra selezione.

E per i single?
Venerdì 15 Febbraio San Faustino Party: serata con Messaggeria, Karaoke e Premiazione per il Single dell’anno.

Ristorante Il Capriccio
Località Porto Turistico – Vieste
Tel. 0884 707899 – info@ilcapricciodivieste.it

Invia una richiesta o prenota la tua cena al Ristorante Il Capriccio!

—————————————————————————————————