The news is by your side.

Puglia/ Bit: Vieste per presenze turistiche resta la meta preferita e si conferma regina

13

Sul podio anche S. Giovanni Rotondo grazie ai pellegrinaggi. Doppiata nelle presenze Otranto.

 

Il giro d’affari legato al turismo in Puglia vale 2,2 miliardi di euro l’anno. La meta turistica preferita si con­ferma Vieste, seguita da Salento e Valle d’Itria in una regione che è in grado di of­frire 94 mila camere e 252 mila posti letto per un totale di 4.800 strutture. Sono i da­ti di uno studio, commissionato dall’as­sessorato al Turismo della Regione Puglia alla società «Demoscopia» con il quale so­no stati messi a confronto i dati dell’Osser­vatorio del turismo regionale, presentato ieri mattina alla Bit (Borsa del Turismo) a Milano, dall’assessora regionale Silvia Go­delli. La Puglia nel 2012 consolida la sua posizione sul mercato straniero e l’inci­denza – sia per numero di arrivi, che di presenze – sale di un punto percentuale e si piazza al quarto posto fra le mete turi­stiche più note dopo Sicilia, Toscana e Sar­degna. Ma chi e perché sceglie la Puglia? Al primo posto ci sono i belgi (+30,6%), poi i francesi (+22,4%), gli svizzeri (+ 21,5%), gli inglesi (+18,3%), i tedeschi (+13,3%), gli americani (+11,5%). Nono­stante il trend positivo, i primi dati ufficiali 2012 fanno registrare cali negli arrivi (3,2 milioni di arrivi, – 0,89 rispetto al 2011) e nelle presenze (13,3 milioni di pre­senze, 2,3 % rispetto al 2011), seppure lie­vi. Un mercato che tiene, ha spiegato l’as­sessora Godelli, «sebbene la crisi abbia prodotto un impatto maggiore sul mercato italiano, primo consumatore di Puglia, riequilibrato solo da un incremento degli stranieri (+4,7% degli arrivi, +3,6% delle presenze)». Se il Salento, la Valle d’Itria (Martina, Ceglie e Cisternino) e il Gargano sono le mete preferite di vacanza, altre se ne vanno aggiungendo: Magna Grecia, Murgia e Gravine (+17 % degli arrivi, +15,4% delle presenze). Mentre da Pie­monte, Liguria, Lombardia, Emilia-Roma­gna e Friuli i turisti diminuiscono, aumentano gli arrivi dal Trentino e dal Molise e cresce il turismo domestico. Quali sono i jolly per la Puglia? La cortesia, la forte identità locale, la coerenza con le aspetta­tive, la gastronomia, l’offerta culturale. Il 69% degli stranieri sceglie alberghi a 4 e 3 stelle, ma crescono anche le strutture ex­tra alberghiere. Il maggior numero di turi­sti arriva a Bari, Vieste e San Giovanni Ro­tondo. «Si tratta, per Bari – spiega Gian­carlo Piccirillo, direttore di Puglia Promo­zione – di un transito veloce solo per il business visti anche i buoni collegamenti, così come a San Giovanni Rotondo per una visita giornaliera al santuario, mentre Vieste si conferma regina», Positivo il commento del governatore della Puglia, Nichi Vendola, giunto poco dopo la con­clusione della conferenza stampa: «Qui confermiamo ancora una volta l’esplosiva capacità attrattiva della Puglia ma è una magra consolazione se le altre regioni del Sud non vanno bene o se l’intero Paese crolla i nostri risultati sono positivi per­ché non abbiamo mai considerato il turi­smo come un fattore marginale». Presentato anche il progetto "Masserie sotto le stelle", giunto alla terza edizione, nella notte del 22 giugno: un susseguirsi di eventi dal Gargano al Salento, nelle masserie che apriranno i loro spazi: aie, frantoi, stalle, forni, palmenti.

Le 15 principali destinazioni turistiche per numero di arrivi Puglia 2012

Bari – 284.000

Vieste – 246.000

San Giovanni Rotondo – 241.000

Lecce – 241.000

Otranto – 129.000

Ugento – 124.000

Fasano – 91.000

Alberobello – 89.000

Gallipoli – 87.000

Peschici – 79.000

Ostuni – 77.000

Taranto – 69.000

Castellaneta – 66.000

Porto Cesareo – 60.000

Manfredonia – 59.000

 

 

———————————————————————————————————-
 
Informazione pubblicitaria

CIBO OGM? NO GRAZIE!!

FRUTTISSIMA

Via Giovanni XXIII, 59   VIESTE     Tel. 0884 700085

Quale frutta scegli oggi?

Cicoria Catalogna                             Kg1        euro 0.79

Patate  –                                         Kg 4       euro 2.49                                        

Melanzane –                                    Kg 1       euro 1.49

Mela Golden                                    Kg 1        euro 0.89

Arance Navel                                   Kg 1        euro 0.79

Clementine                                     Kg 1        euro 0.80

Banane                                          Kg 1        euro 1.00

Cime di Rapa                                  Kg 1        euro 0.80

Broccoletti                                       Kg 1        euro 0.69

Peperoni Verdi                                 Kg 1        euro 1.40

Ananas                                           Kg 1        euro 0.99

Cipolle sponzali                                Kg1        euro 0.79

Lampacioni                                      Kg1        euro 2.99

                               VASTO ASSORTIMENTO PROMOZIONALE DI LEGUMI SECCHI

Fagioli Cannellini                                Kg1        euro 1.89

Ceci                                                  Kg1        euro 1.99
 

—————————————————————————————————————–    


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright