The news is by your side.

Serie D/ Foggia-Bisceglie 1-1

1

Un tempo a testa. Foggia e Bisceglie si dividono la posta in palio nel derby dello zaccheria.

 Finisce uno a uno grazie alle reti di Moscelli e Agostinone. Per i rossoneri si tratta di un buon punto al cospetto di una delle formazioni più quadrate del girone. Nel primo tempo l’undici di Padalino sembra non essere sceso in campo. Giglio sbaglia un rigore e D’Angelo consegna il pallone del vantaggio a Moscelli. Nella ripresa cambia lo spartito. I neroazzurri vengono schiacciati nella propria metà campo. La pressione rossonera, però, frutta solo il pareggio.

PRIMO TEMPO – Il primo tiro, se così si può definire, finisce sul taccuino deicronisti al 15’. Di Rito raccoglie una respinta di D’Angelo e la gira al volo verso la porta, ma senza la giusta precisione. Al 17’ il Foggia ottiene un calcio di rigore. Coccia sbuca tra le maglie della difesa e viene steso da Pierotti (ammonito). Giglio s’incarica della battuta ma Loiodice respinge a mano aperta la conclusione, per la verità non molto angolata. Il Bisceglie sembra più in partita del Foggia e al 27’ passa in vantaggio. D’Angelo azzarda un dribbling in area di rigore, Logrieco capisce tutto, gli ruba il pallone e serve Moscelli: stop e tiro sotto la traversa. La reazione del Foggia arriva al 35’ su calcio d’angolo. D’Ambrosio mette al centro, D’Angelo cerca la semi rovesciata e la sfera passa a pochi centimetri dal palo. Un minuto più tardi è ancora D’Ambrosio a mandare di poco alto sulla traversa direttamente su calcio di punizione. Altri sessanta secondi e Agnelli scodella un pallone che libera Agostinone tutto solo in area davanti al portiere, ma lo stop è difettoso e la sfera arriva docile tra le mani di Loiodice. Al 44’ Loiodice è costretto a deviare in angolo una punizione del solito D’Ambrosio.

SECONDO TEMPO – Al 1’st Giglio fa velo per Palazzo, stop e tiro di sinistro al volo dell’attaccante bitontino, il portiere salva in angolo.Un’azione che palesa subito le intenzioni bellicose del Foggia. I rossoneri al 6’ st pervengono al pareggio. Palazzo salta un uomo, resiste alla carica e serve in profondità Agostinone, abile a infilare il portiere in uscita. Esultana polemia per il numero dieci rossonero che zittisce la tifoseria e abbraccia Padalino. Al 10’ Giglio scaglia il destro su assist di Palazzo, il portiere respinge come può. Sulla prosecuzione è Quinto a cercare la conclusione dalla distanza ma Loiodice è attento. Ancora un minuto e Di Rito da distanza siderale colpisce la base della traversa, palla che forse tocca terra dentro la linea di porta ed esce. Il Bisceglie protesta, l’arbitro lacia proseguire. Al 28’ Quinto colpisce un clamoroso palo su punizione, poi sulla ribattuta Palazzo manda clamorosamente alto il pallone. Al 41’ Micale vola a togliere dal sette una punizione di Moscelli. In pieno recupero Lafortezza rimedia l’espulsione (doppio giallo) per un’evidente trattenuta ai danni di Agostinone. Ma è troppo tardi per sperare nella vittoria. Finisce 1-1 il piccolo derby dello Zaccheria.

FOGGIA (3-1-4-2) – Micale, Loiacono, D’Angelo, Cassandro; D’Ambrosio (45’ Quinto); Coccia, Agnelli, Tommaselli (76’ Picascia); Leonetti (45’ Palazzo), Giglio. A disp.: Mormile, Esposito, Gentile, Famiano. All. Pasquale Padalino.
BISCEGLIE (4-4-2) – Loiodice, Moretti, Pierotti, Martinelli (81’ Sabini), Maglione; Di Ruocco (72’ Russo),Lafortezza, D’Imporzano (53’ Caprioli), Moscelli; Di Rito, Logrieco. A disp.: Lellla, De Sario, Dimatera, Genchi. All. Nicola Ragno.
MARCATORI – 27’ Moscelli, 51’ Agostinone
ARBITRO – D’Apice di Arezzo (Trovatelli/Scatragli)
AMMONITI – Pierotti, Moretti, Di Rito, Lafortezza (B), Loiacono, Quinto (F)
ESPULSI Lafortezza (B)
ANGOLI -5/5
NOTE – Terreno di gioco in buone condizioni. Giornata di sole quasi primaverile

Domenico Carella

———————————————————————————

 

Informazione pubblicitaria/ Le offertissime di lunedì del SuperMrcato OLMO

– Prosciutto crudo Nazionale    € 10,90
 
– Salsiccia paesana                €  6,50
 
 
SuperMercato OLMO-Despar a Vieste sul viale XXIV Maggio

Dove non solo il lunedì è più mercato del mercato

 

——————————————————————————————–