The news is by your side.

Rodi/ Chiesto incontro con Vendola per chiusura presidio giudiziario

1

Il Comitato per la Difesa del Presidio Giudiziario di Rodi Garganico chiede di  poter incontrare il Presidente Nichi Vendola, presso la sala Consiliare del Comune di Cagnano Varano,  martedì 19 febbraio p.v., ore 16.15,  in  occasione del comizio pubblico già programmato.  Tanto al fine di poter  invocare  un impegno da parte di SEL a sospendere, subito dopo le prossime elezioni  politiche ed in attesa di un più approfondito vaglio delle gravi  ripercussioni  derivanti dallo stesso,  il decreto legislativo emanato dal Consiglio dei  Ministri in data 10.8.2012 in materia di riorganizzazione della
distribuzione  sul territorio degli uffici giudiziari, in virtù del quale è stata disposta  la  soppressione delle 220 sezioni distaccate di tribunale su tutto il  territorio  nazionale. Tra le stesse vi è quella di Rodi Garganico  competente su un
territorio che risulta, a livello nazionale, il più penalizzato (si  consideri,  infatti, che la Corte di Appello, il TAR Puglia ed il Tribunale dei Minori  già  distano dal Gargano Nord più di 250 chilometri e che la soppressione della  sezione distaccata di Rodi G.co, con il conseguente accorpamento dei detti  uffici al Tribunale di Foggia, comporterà trasferimenti di oltre 130  chilometri  per l’andata  ed altrettanti per il ritorno per processi anche di minimo  valore). La normativa su richiamata, quindi, oltre a creare enormi disagi  per  oltre 100.000 avvocati dell’intero territorio nazionale, comporta
soprattutto  un allontanamento del servizio giustizia che viene reso  sempre più costoso  e  dispendioso per intere popolazioni costituite, in gran parte, da persone  anziane, da giovani, da padri di famiglia che in molti casi saranno costretti   a  rinunciare alla tutela dei propri diritti. Si consideri, poi,  l’importanza  della presenza di un presidio giudiziario in un territorio dalla spiccata  presenza di organizzazioni criminali qual è il Gargano oltre alle  difficoltà  organizzative e logistiche che si aggiungeranno a quelle che già  caratterizzano  in questo momento il Tribunale di Foggia (senza considerare i notevoli  aggravi  di spesa che ne conseguiranno), che a seguito dell’accorpamento di tutte le  sezioni che verranno soppresse, sono destinate a crescere in maniera  assolutamente esponenziale. Nel  far presente che al chiesto incontro  presenzieranno tutti i Sindaci dei Comuni del circondario interessato tra i  quali quelli di SEL Nicola Pinto di Rodi G.co e Nicola Tavaglione di  Cagnano  Varano ed in attesa di un cortese riscontro, Vi salutiamo cordialmente. Il
Segretario del Comitato avv. Giovanni Maggiano (329/4335646) ed il Portavoce  dello stesso  avv. Nicola Di Viesti
(328/9143973),referente SEL su Carpino.