The news is by your side.

Vico/ Eventi, una “Ciità Gargano” per valorizzare il promontorio

2

L’idea di un Consorzio dell’ex assessore Sciscio.

 

"Grandi eventi, spettacolo e cultura, per offrire nuove chances turistiche al Garga­no e cucire i quartieri del Promontorio": Una proposta per uscire dalle sabbie mobili in cui, da tempo, si trovano i Comuni del Gargano nord alle prese con ristrettezze economico-finanziarie sem­pre più preoccupanti; situa­zione che mette gli ammi­nistratori nelle condizioni di "camminare" con i classici piedi di piombo per quanto riguarda la programmazione e la realizzazione di eventi in grado di indirizzare i turisti nello scegliere le località gar­ganiche per le vacanze. Un percorso per superare l’attuale congiuntura, senza incidere sulle casse dei Co­muni, lo indica l’ex assessore comunale" del centro garga­nico, Nicolino Sciscio, il qua­le vuole «Mettere insieme persone competenti, che possano contribuire alla realiz­zazione di questo progetto che ha l’obiettivo di una pro­grammazione unica degli eventi del Gargano e di far dialogare le associazioni tra di loro». "Città Gargano" sarà il no­me del consorzio di associa­zioni ed enti che Nicolino Sciscio intende costituire, chiamando a raccolta le idee ed energie positive del ter­ritorio. Sciscio riprende l’idea del mai dimenticato Filippo Fio­rentino, stimato e schivo uo­mo di cultura – ricorda Ni­colino Sciscio – che immaginava il Gargano come un’u­nica grande città «dove i no­stri paesi non sono altro che i – quartieri». Ogni comunità deve por­tare in questo progetto la sua specificità. Scopo per l’ex am­ministratore comunale è an­che quello di "non disperdere ma semmai consolidare e ac­crescere la popolarità di even­ti e manifestazioni ormai ra­dicati nel territorio. Non una semplice associa­zione culturale, quanto piuttosto un consorzio privato che, in sinergia con le Isti­tuzioni alle quali si propone come una sorta di agenzia di servizi turistici e culturali, ma anche come anima e voce del territorio garganico. Sul territorio il progetto, nelle sue linee essenziali, sarà presentato a fine maggio.

Francesco Mastropaolo