The news is by your side.

Interventi a favore delle PMI nel settore del commercio l’interrogazione di Gatta

1

Premesso che:

 

·    con determinazione del Dirigente Servizio Attivita’ Economiche Consumatori 20 dicembre 2012, n. 516, si approvava il bando a favore delle PMI del commercio;
·    successivamente veniva pubblicato, sul BURP n. 5 del 10/01/2013, l’Avviso pubblico con cui la Regione Puglia intendeva favorire la riqualificazione e la rivitalizzazione del sistema distributivo con particolare riferimento ai centri storici e alle zone urbane a tradizionale vocazione commerciale, ivi compresi i mercati su aree pubbliche quali centri commerciali naturali per il recupero e la valorizzazione dei mercati rionali e delle aree attrezzate per lo svolgimento di attività commerciali;
·    le risorse disponibili ammontano ad € 6.579.387,24, di cui € 1.000.000,00 riservati ad interventi presentati da associazioni di imprese;
·    l’intensità di aiuto è stata fissata nel limite massimo di € 25.000,00, pari al 70% sulle spese ammesse, per i programmi di investimento presentati da PMI del commercio, e  nel limite massimo di € 50.000,00, pari al 70% sulle spese ammesse, per i programmi di investimento presentati da associazioni temporanee di imprese o da consorzi;
·    l’istanza doveva essere presentata attraverso la piattaforma on line del portale “http://www.sistema.puglia.it” , sezione Bandi in corso – PMI Commercio;
·    la piattaforma sarebbe stata accessibile dalle ore 12 del 4 marzo 2013;
·    per motivi tecnici, dopo poche ore il sito è stato bloccato con la seguente dicitura:  "al fine di assicurare la presentazione delle domande in condizioni di maggiore efficienza del sistema si comunica la temporanea sospensione del servizio";

·    successivamente, in data 05/03/2013, veniva comunicato che la procedura per partecipare al bando "Interventi a favore delle PMI nel settore del commercio", rivolto ai piccoli commercianti, sarebbe stato riaperto alle ore 12.00 di mercoledì 13 marzo 2013, mentre la data di scadenza sarebbe rimasta fissata al 4 aprile 2013 (alle ore 12.00 chiusura della procedura, fino alle 14.00 l’invio Pec);

Tutto ciò premesso,

SI INTERROGA

IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE, ON. NIKI VENDOLA, L’ASSESSORE ALLO SVILUPPO ECONOMICO AVV. LOREDANA CAPONE, PER SAPERE E/O CONOSCERE:

1.    quanti log-in sono stati effettuati a partire dalle ore 12 dello stesso 4 marzo e se eventualmente ci sono stati accessi antecedenti all’ora prevista;
2.    se è stata valutata preliminarmente la capacità della piattaforma di sostenere il traffico previsto e per quante istruttorie era stato testato il sistema;
3.    il dettaglio cronologico delle procedure completate;
4.    perché InnovaPuglia in data 5 marzo ha diffuso una nota in cui testualmente si legge:
"al fine di assicurare la presentazione delle domande in condizioni di maggiore efficienza del sistema si comunica la temporanea sospensione del servizio.              
Si assicura che il sistema, alla ripresa del servizio, manterrà i dati e le informazioni già inserite e consentirà il proseguimento della compilazione ed il completamento delle pratiche in lavorazione, oltre che l’inserimento di nuove pratiche”, confermando quindi la sua incapacità di gestire il traffico e la mole di accessi;
5.    se InnovaPuglia ha gestito la procedura con risorse interne o se, invece,  sia stata necessaria l’assunzione di personale aggiuntivo e/o il ricorso a terzi;
6.    Se non si ritenga necessario ed urgente annullare l’intera procedura e fissare una nuova data ed un nuovo orario per la presentazione delle istanze, annullando di fatto tutte le procedure già avviate.

                        Giandiego Gatta