The news is by your side.

Regione/ Nichi resta al timone

2

Il governatore raccoglie il plauso delle parti sociali e ingaggia una battaglia con l’ oncologo-presidente del Pdl. Si chiude il rimpasto ma è scontro con l’Upi. Vendola promette a giorni la giunta. 

 

Si chiude la due giorni di consultazioni decisa dal presidente della Regione Nichi Vendola prima di avviare il rimpasto di giunta. E dal governatore arriva la conferma: «La settimana prossima offriremo alla Pu­glia una nuova squadra di governo». L’ultimo passaggio, dopo aver con­sultato i comitati delle donne, le parti sociali e i principali partiti di mag­gioranza (Pd e Sel), è stato riservato a Cisl e ai piccoli partiti di mag­gioranza (socialisti e democratici au­tonomi), ai quali il governatore ha confermato per grandi linee – sciolta la riserva sulla sua permanenza in Puglia fino alla scadenza naturale della legislatura – la rotta che intende as­segnare alla «nuova» giunta dopo l’uscita di scena (per l’elezione alle Camere) dei 3 assessori Pelillo, Fratoianni e Stefàno. Innanzitutto, la riduzione del numero degli assessori (da 14 a massimo 11), tramite l’accorpa­mento di alcune deleghe e l’uscita di qualche assessore esterno (data per certa quella della titolare dello Sport, Campese). Il Bilancio, quasi certamen­te, verrà accorpato, così come sparirà la titolarità dello Sport e quella dell’ Attuazione del programma (avocata alla presidenza per la gestione dei fondi europei), mentre sulla Sanità e sull’Ecologia si immagina un deciso cambio di rotta (non è detto, però, con la sostituzione degli attuali assessori) per chiudere il ciclo del riordino quello dei rifiuti. quanto all’agricoltura che sarà alle prese con il nuovo ingente Piano di sviluppo rurale, l’ipo­tesi è di un avvicendamento in casa Sel (con Lonigro che subentra a Stefàno). Indiscussi, invece, i ruoli ricoperti sinora sia sul Welfare (Gentile), alle prese con il dramma delle cassintegra­zioni, che sul Territorio (Barbanente), così come resta in piedi il «pilastro» della parità di genere uomo/donna, criterio già applicato dall’avvio della legislatura. Le consultazioni, pur giudicate positive da tutti, non hanno impedito le polemiche, a cominciare da quella in­gaggiata dal governatore con le Pro­vince. E ieri, il presidente dell’Upi Pu­glia Francesco Schittulli è tornato a muso duro per evidenziare «tono e linguaggio minacciosi da parte di Ven­dola ai rilievi formulati dall’Upi in ordine ad una politica regionale opaca e inconcludente. Le sue parole sono mistificatorie della realtà e sono si­curamente anche il frutto della cocen­te delusione e della sonora bocciatura da lui ricevuta dalla Puglia nelle ul­time elezioni». L’appello lanciato da Vendola a non disperdere la riforma delle Province, additando i ritardi e le inefficienze dei Centri per l’impiego ora chiamati alla difficile partita delle cassintegrazioni in deroga, viene letto come «ingiustificata rabbia nei con­fronti delle Province delle quali non si è mai occupato», il tutto frutto, dice Schittulli, di una «superficialità, forse dovuta all’isolamento politico in cui Vendola si trova». Le Province, molto probabilmente, saranno abolite e del resto, rimarca Schittulli, «noi stessi l’abbiamo chiesto, ma nello stesso tem­po, responsabilmente, abbiamo reiteratamente sollecitato Vendola ad esprimersi sull’assetto futuro da dare alle competenze delle stesse, che com’ è noto erogano direttamente servizi ai cittadini. Il Presidente Vendola non ci ha mai onorati di una sua risposta. Delle due l’una: o non aveva risposte o ha ritenuto di confermare la sua con­clamata arroganza».

 

————————————————————————————————-
 
Informazione pubblicitaria
 

FRUTTISSIMA

OFFETA DAL 8 AL 14 MARZO

Mela Golden Melinda “Melasi”           kg1 0.95

Mele Stark                                     kg1 0.95

Patate                                           kg 4 2.39

Banane                                         kg 1  0.99

Arance navel                                  kg 1  0.59

Finocchi                                         kg1   0.65

Vasto assortimento di vini doc pugliesi in dama e pet da 2/3/5 lt.

A prezzi incredibilmente bassi.
Via Giovanni XXIII,59 – Vieste –
Tel. 0884/700085
Punto vendita dell’ingrosso:
via Bovio,6

Fruttissima sceglie con amore
 

———————————————————————————————-