The news is by your side.

DIBATTITO IN PIAZZA PER LA NUOVA PIAZZA: MA QUANTE POLEMICHE!

1

Recentemente sono iniziati i lavori per la nuova piazza d’Ischitella e in concomitanza il comitato della piazza composto di circa 600 persone che hanno raccolto le firme per ottenere una variante del progetto iniziale ha ottenuto un incontro dibattito in piazza con l’amministrazione comunale per illustrare i motivi su cui non condivono il progetto e chiederne una modifica.

 La Piazza nonostante il freddo pungente era gremita di gente e al dibattito hanno partecipato gli esponenti di tutti i partiti politici, i componenti del comitato piazza e comuni cittadini.
Ha iniziato il Sindaco Colecchia che ha difeso il progetto della piazza esistente avendo voluto condividere un progetto di una nuova concezione di piazza e ha affermato di aver portato a conoscenza dei cittadini il progetto della nuova piazza che continua nel modo in cui è stato progettato ed essendo in scadenza di mandato,
 potrà essere variato solo se ci sarà una diversa prossima amministrazione.
E’ seguito l’intervento di Angelo Basile, che ha esposto che per ripristinare la pedonabilità non era necessario fare un progetto così costoso,ma uno più economico che avrebbe consentito di effettuare l’anello di circonvallazione di via Valloncello anziché spendere 700.000 euro che non si sa se basteranno e saranno pagati dai cittadini avendo l’amministrazione comunale contratto un mutuo che andrà soprattutto a carico degli stessi.
Il Sindaco ha replicato di non sapere come quanto proposto potrebbe essere stato possibile e l’assessore D’errico ha affermato che avendo avuto l’amministrazione questa opportunità se non si fosse presa si sarebbe persa.
Ha continuato Maria Dionisio consigliere di minoranza del Pdl che ha criticato l’errore di iniziare i lavori a due mesi dalle nuove elezioni, perché per le delimitazioni pedonale e viabilità si potevano trovare soluzioni diverse.
E’ intervenuto il sindaco che ha riferito che l’aumento dei marciapiedi criticato in realtà non c’è, sarà eliminato il traffico sulla piazza ha continuato,non verrà eliminata la fontana e non ci sarà la riduzione pedonale.
E’ intervenuto poi l’ex vice sindaco D’atri che ha riferito di non voler affrontare colpe precedenti,ma solo supportare la richiesta di una numerosa schiera di cittadini che chiedeva una variante e che quindi andavano ascoltati.
Il Sindaco ha affermato di averne ascoltati circa 150.
La parola "tramite" il moderatore Roberto Martella è poi passata al consigliere di minoranza del PDL Maria Donisio che ha ribadito che non si è ragionato su questo progetto,ho sempre chiesto un confronto che non si è mai avuto altrimenti non saremmo qui in piazza a discuterne.
“ Avete ascoltato sol qualche cittadino e non tutti,le divisioni tra i percorsi carrabili e pedonali poteva trovare soluzioni diverse senza sopraelevazioni con un progetto in piano.”
Poi è intervenuto nuovamente Michele d’atri proponendo di apportare le modiche richieste dai cittadini,visto che il mutuo per il quale è stato fatto il progetto è a carico dei cittadini.
Ancora il Sindaco ha replicato di aver informato i cittadini su facebook e il giornalino locale. E per il momento i lavori procederanno solo per la parte su cui tutti sono d’accordo.
Di parere diverso il segretario dell’UDC Michele Dionisio che ha ribadito che l’informazione in cui è stata data è stata molto limitata,se informazione corretta si doveva fare bisognava farla con tutti i cittadini e non solo per quelli che sono su face book o hanno letto il giornalino locale. E poi non mi è piaciuta la risposta del sindaco che appaiono come minacce quelle che una successiva amministrazioni si prenda tutte le responsabilità di una variante con tutto quello che ne può derivare, in un dibatto in cui manca pure la presenza del tecnico che ha progettato il progetto.
Dopo questo intervento il Sindaco è apparso un po’ nervoso ed è stato ripreso anche dal relatore successivo il cittadino La Malva che ha detto che lo scopo di un pacifico dibattito non deve essere quello di spaccarci su tutto,ma trovare pacifiche soluzioni invece di fare campagna elettorale. Qua si sta chiedendo solo di evitare un gradino che può ostacolare anche un passeggino ,vi costa tanto eliminare un gradino?
E’ intervenuto ancora Basile che ha affermato dal momento che c’era un contenzioso con la vecchia piazza di aspettare l’esito dello stesso,la precedente amministrazione ha sistemato la piazza senza mutuo se c’era bisogno di una bretella per la viabilità perchè non si è fatta prima.
Ancora: l’ex Vice sindaco La Malva condivido l’idea della realizzazione della piazza,ma è così difficile eliminare un gradino?
Il sindaco: Il problema  cercherò di affrontarlo.
Ancora Basile ha affermato l’invito ad ascoltare la voce del popolo.
E’ intervenuta  Maria Dionisio che siamo insieme per rivedere il progetto a 4 mesi dalla stagione stiva che comprometterebbe anche l’attività degli esercizi commerciali in piazza. Ultimi interventi quelli di Menonna che ha affermato di essere favorevole al gradino ,ma che ha riscosso la palese disaprovazione del folto Pubblico presente e quello di Di Santi Michele che ha ribadito che il problema della divisione tra area pedonale e carrabile poteva essere risolto anche con la colorazione delle aree diverse. Nonostante i vari interventi sembra che ancora non si arrivi a una soluzione del problema.

Giuseppe Laganella,.