The news is by your side.

Regione/ Dalla giunta Emiliano a quella Vendola. Giannini prende il posto di Decaro

1

Il gruppo Pd in Consiglio: «Sì alla fiducia, ma con dieci assessori». Altro blitz del governatore.

 

Il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, ha preso atto della rinuncia all’incarico di assessore di Rosa Stanisci e di Antonio Decaro (Pd) e, «in sostituzione di quest’ultimo ha nominato l’avvocato Giovanni Giannini che ha accettato». È detto in una nota della Regione nella quale si aggiunge che «con lo stesso provvedimento ha riservato alle proprie dirette competenze le funzioni relative al personale fino a nuovo atto». A Stanisci, ex sindaco di San Vito dei Normanni e ex parlamentare dei Ds, Vendola aveva assegnato la delega alle risorse umane e a De Caro, cui subentra Giannini, infrastrutture-mobilità e lavori pubblici. Giannini (Pd) è attualmente assessore comunale a Bari, con delega a Economia e Finanze, Contenzioso, Politiche abitative. «La scelta di Giannini – è detto nella nota regionale – è motivata per le sue indubbie capacità amministrative dimostrate su alcuni temi sensibili quali le opere in materia di edilizia residenziale pubblica». «La giunta, ora, nella pienezza delle sue funzioni e dei suoi componenti – si conclude nella nota – potrà dare corso alle attività le cui linee programmatiche saranno approfondite, nei prossimi giorni, con parti sociali, cittadinanza attiva e forze politiche».
DAL PARTITO DEMOCRATICO – Il Pd pugliese dà «fiducia al presidente Vendola, al programma di fine mandato che sarà condiviso, e all’esecutivo scelto per il quale il Pd, prendendo atto delle dimissioni di Decaro e Stanisci, non avendo nulla a pretendere, chiede che la composizione sia contenuta nel numero di 10 assessori con una riduzione degli assessori esterni». È questo il testo del documento approvato all’unanimità dai consiglieri regionali del Pd riunitisi per quasi cinque ore oggi in consiglio regionale. Il Pd pugliese resterebbe quindi rappresentato da tre soli assessori nella nuova giunta varata una settimana fa da Nichi Vendola e contro la quale si sono espressi nei giorni scorsi in primis il segretario regionale, Sergio Blasi, e poi vari esponenti del Partito democratico. All’annuncio della formazione della nuova giunta, Blasi invitò gli assessori del Pd indicati da Vendola «a sospendere la loro adesione prima di una discussione collegiale nel partito».
LA SQUADRA – La composizione della squadra di governo appartiene alle prerogative del presidente che, peraltro, le ha sempre esercitate in piena autonomia. Il Pd – è detto nel documento; ha il diritto, al pari delle altre forze politiche della coalizione, di chiedere chiarimenti ed esprimere valutazioni, ma non ha nulla da rivendicare per i propri uomini e donne, e si rimette a una discussione collegiale col presidente e con la maggioranza solo per quanto attiene il programma delle cose da realizzare». «Ne deriva pertanto – secondo il Pd pugliese – la nostra fiducia al Presidente Vendola e al programma di fine mandato che sarà condiviso, e all’esecutivo scelto per il quale il Pd, prendendo atto delle dimissioni di Decaro e Stanisci, non avendo nulla a pretendere, chiede che la composizione sia contenuta nel numero di 10 assessori con una riduzione degli assessori esterni». «Ciò – si conclude nel documento – al solo fine di dare un buon esempio in materia di contenimento dei costi della politica che in questo momento storico è l’unico argomento che attribuisce credibilità a tutti i programmi e a tutte le migliori intenzioni».

 

 

 

————————————————————————————————————————————————

Comunicazione pubblicitaria

Ad ogni passo sui nostri scaffali c’è una convenienza…immaginatevi nell’intero nostro supermercato…….

Solo per  OGGI promozione "VINO FORTORELLO"
 
Vino rosso   FORTORELLO(S.Severo)  5LT   Anno 2012  da € 6,95 a € 5,90
Vino bianco FORTORELLO(S.Severo)  5 LT  Anno 2012  da € 6,95 a € 5,90
 
Ogni due pezzi di vino, uguali o assortiti,  in omaggio 1 bicchiere di vetro pregiato RASTAL da 0,50cl.

SuperMercato OLMO-Despar a Vieste sul viale XXIV Maggio

Dove non solo il lunedì è più mercato del mercato

———————————————————————————————————-