The news is by your side.

Vieste – AD APRILE LA SP 52 ALLA DEFENSOLA POTREBBE RIACQUISTARE QUELLA SICUREZZA DA TEMPO PERDUTA

2

 

Per «la strada della vergogna», ovvero quel tratto della SP 52 che in località Defensola è da mesi un vero proprio pericolo costante per la circolazione stradale potrebbe essere arrivato il momento del… riscatto.

«Abbiamo rescisso il contratto con la ditta che stava svolgendo i lavori — ha spiegato Pasquale Parisi, assessore comunale ai Lavori Pubblici — e chiederemo i danni per i gravi disagi creati alla popolazione ».
Dopo questo primo atto il Comune di Vieste si sta organizzando per provvedere direttamente a sistemare quel tratto di strada [vedi foto] per eliminare le buche, gli avvallamenti e tutti gli altri pericoli che l’hanno resa una strada ad alto rischio. «Probabilmente per la metà di aprile — ha proseguito Parisi — potremo ridare a quel tratto di strada la sicurezza dovuta ad un arteria di grande traffico».
Negli scorsi giorni la Provincia di Foggia, diffidata da alcuni operatori turistici, fra cui quelli associati nel Consorzio «Gargano Mare», a provvedere alla sistemazione di quella strada provinciale, ha fornito una risposta che, ricostruendo tutta la vicenda, mette bene in evidenza quanto sia complicato operare nel settore delle opere pubbliche.
Qui di seguito la risposta del Settore Viabiità della Provincia di Foggia, elaborata dal dirigente, ing. Franco Castello, e dal tecnico, geom. P. Lacivita. 
«In riferimento alla nota del 12/02/2013, acquisita al protocollo di questo Ente in data 20/02/2013 prot.n.2013/0014506, si comunica che il comune di Vieste, è titolare di una concessione per la realizzazione di un tronco fognario sulla SP. 52 dal Km. 0+000 al Km 4+156 in località Palude Mezzane.
Detta autorizzazione è stata rilasciata in data 12.11.2004 n.321, successivamente rinnovata in data 24.02.2009 n. 57 ulteriormente rinnovata in data 18.09.2012 n. 65913 per vari contenziosi con l’impresa esecutrice, a tutt’oggi i lavori non sono ancora ultimati.
In data 30.07.2009 prot.n.42945, questa Amministrazione a seguito di vari sopralluoghi e solleciti all’amministrazione comunale per le condizioni di scarsa sicurezza che si erano venute a creare sul tratto di strada in questione, sanzionava l’impresa esecutrice dei lavori, e diffidava l’amministrazione comunale a predisporre senza indugi la sistemazione del piano viabile oggetto dei lavori, rimanendo il comune unico e solo responsabile per danni a cose e persone civilmente e penalmente fino alla ultimazione e collaudo dell’opera, in osservanza alle disposizioni impartite nel disciplinare di autorizzazione n. 321 del 12.11.2004 e successivi rinnovi summenzionati.
Il Comune di Vieste con nota datata 04.08.2009, trasmetteva a questa Amministrazione la diffida inoltrata all’impresa esecutrice dei lavori, con la quale intimava l’immediata eliminazione delle situazioni dì pericolo venutesi a creare per la cattiva esecuzione degli stessi.
Da sopralluoghi successivi si è verificato che il Comune di Vieste ha fatto eseguire alcuni lavori di bitumatura dei tratti interessati dai dissesti, nelle more di ultimazione della rete fognaria.
Da sopralluogo effettuato in data 12.05.2011 da tecnici di questo settore, su segnalazìone del personale preposto alla vigilanza della rete stradale, per la pericolosità del tratto di strada in questione, in data 23.05.2011, questa Amministrazione sollecitava il Comune di Vieste a intraprendere nuovi interventi manutentivi sul tratto di strada, allo scopo di eliminare ogni fonte di pericolo per la pubblica
In data 20.01.2012 il Comune di Vieste inoltrava formale richiesta di un attraversamento di una condotta per lo smaltimento delle acque di falda per la realizzazione di una vasca di sollevamento dei liquami in zona Palude Mezzane al Km. 2+350, nonchè il risanamento di alcuni tratti della costruenda rete fognaria per errori di esecuzione dei tombini di ispezione fognaria.
Per tali lavori, in data 18.09.2012 con n. 65913, fu rilasciata una nuova concessione per la ultimazione dei lavori di posa condotta fognaria, con nuove integrazione alle prescrizioni del disciplinare di concessione.
Alla luce di quanto esposto, e in considerazione che ad oggi la rete fognaria è in fase di realizzazione, in ottemperanza a quanto disposto nel disciplinare di concessione. Le responsabilità per danni a cose e persone sia civilmente che penalmente, ricadono interamente sul Comune di Vieste fino alla ultimazione e collaudo dell’opera, nonchè la sistemazione del piano viabile a regola d’arte con stesa di manto di usura (tappeto) a tutta strada, e rifacimento della segnaletica orizzontale per tutto il tratto di strada interessato dai lavori.
Per quanto attiene alla diffida, questa Amministrazione la rigetta in toto, in quanto il ripristino del piano viabile e le condizioni di sicurezza del tratto di strada ricadono sul Comune di Vieste che con le sue lungaggini in termini di ultimazione dei lavori, sta provocando danni non solo alle varie attività turistiche della zona, ma anche al patrimonio stradale. Non potendosi sostituire al Comune nella realizzazione dell’opera questa Amministrazione eserciterà un controllo più incisivo per il rispetto delle condizioni di sicurezza sul tratto di strada, sollecitando la ultimazione dei lavori».