The news is by your side.

I “bisogni” di Ischitella in un documento inedito

4

Un raro e inedito documento del 1498 (anche se nella collocazione è erroneamente riportato 1598, ma l’errore è palese perchè Giovanni di Sangro era signore d’Ischitella nel 1498 e non nel 1598 e del resto la pagina precedente al documento riporta anno 1498), rinvenuto dal sottoscritto presso l’archivio di Stato di Napoli riporta quali erano i bisogni d’Ischitella in quel periodo.

 Ma andiamo al documento intitolato M.ci. Jone de Sanguine (Giovanni dei Sangro).” Mastro Portolano : il Magnifico Joannne de Sanguino (Giovanni di (Sangro) di Napoli Signore d’Ischitella ha lasciato intendere come avendo la Maestà del Sig. Re fatto grazia di quattro carra di sale ogni anno e in queste pose salme di paglia per salare il pesce del detto suo castello in cambio di mille pecore e bacche per conto della regia corte che ebbe Joe con quelle da Carlo di Sangro ed avendone la Maestà del Sig.re scritto che dobbiate il primo anno assegnare quattro carra di sale al fine della maturazione del gregge la cui rendita sarebbe stata consegnata poi dal portolano alla regia camera sommaria” L’amministrazione del re di quell’epoca in pratica prendeva due piccioni con una fava, accontentava il suo feudatario per i suoi reali bisogni,ma in cambio otteneva delle rendite e in un certo senso veniva ripagato di quanto offerto al proprio feudatario.

Giuseppe Laganella

 

 

—————————————————————————————————————-

Informazione pubblicitaria

A volte hai solo bisogno che qualcuno ti dica “Stai Tranquillo, andrà tutto bene goditi un caffè…o un aperitivo de Il Capriccio direttamente sul molo…anzi sul pontile..quando il mare è anche a tavola!

Sorridi mal che vada avrai contagiato te stesso o chi incontri con un briciolo di positività. Sorridi.
Ti aspettiamo…. Siamo aperti tutti i giorni.

Ristorante Il Capriccio
Località Porto Turistico – Vieste
Tel. 0884 707899
www.ilcapricciodivieste.it

————————————————————————————————–