The news is by your side.

Reporter della tua città/ Ciao Filomena, sono Rosa

28

Cari amici di OndaRadio, vi ho inviato una lettera di una donna (originaria di Vieste ) che ho conosciuto su facebook, chiedeva aiuto e ha scritto anche il codice iban.

 Ho cercato di capire se la sua  storia breve era una bufala o meno e l’ho esortata a dirmi di piu’ e le dissi anche che poteva essere il tutto non  credibile  e lei umilmente e con la santa pazienza, mi spiegò il  tutto e mi  disse anche che avrei potuto chiedere se diceva la verità ad un suo caro amico viestano, di cui per ora,  non farò il nome, e purtroppo ROSA ha detto la sacrosanta verità. In sostanza , ha tanto bisogno di un aiuto economico  per curarsi, (il tutto lo leggerete nella lettera che lei mi ha inviato tramite mail e cosi’ con il suo consenso, l’ho inviata a voi. Presto andremo a parlare anche con Don Tonino, per vedere cosa si può fare per aiutarla e se esiste un pò di umanità  e di amore per il prossimo. Spero che anche i nostri paesani diano una mano (anche se viviamo in periodo non bello )

Grazie di cuore
Filomena Di Mauro

Ciao Filomena, sono Rosa

E’ giusto che io mi presenti, il mio nome è rosi, ho 56
anni, mamma di due ragazze in breve in poche righe voglio raccontarti
la mia storia….. non bella purtroppo, ma toccante, e mi fa star male
solo al pensiero, ma ne parlo come fosse successo a qualcun’altra e
quindi prendo una certa distanza..Sono nata a roma, ma abito in
provincia  di torino e già da quando ero piccolissima ricordo solo
dolore, sofferenza, pianti, carabinieri in casa mia, mia mamma in una
pozza di sangue…. ed io a due anni che piangevo nel mio lettino.. non
vado nei particolari, xchè non mi sembra il caso, ma a due anni, mio
padre, con il suo pollice stuzzicava le mie parti intime…..
Sono
stata messa in collegio all’età di 4 anni, un fratello di due anni, ed
una sorella di 9 mesi, in tre posti diversi…. quando siamo usciti, ci
siamo ritrovati con un altro fratello di 3 anni; all’età di quasi 8
anni ho subito violenza carnale da mio padre…. una violenza che è
andata avanti negli anni, lui ha potuto fare quello che ha voluto,
finchè non ho potuto difendermi…. poi denuncia, la mia fuga da casa,
a 17 anni.. Per non farla tanto lunga, mi sono ritrovata all’età di 23
anni con tante paure, fobie, agorafobia, ansia, depressione, attacchi
di panico… dovuta certo a delle circostanze poco piacevoli e
dolorose…Quando è venuto a mancare mio fratello all’età di 21 anni,
io ne avevo 23, e tanta rabbia e delusione, dolore e sofferenza, una
dietro l’altra…
Nel 90 la morte di mia madre, non ho sofferto molto x
la sua perdita devo essere sincera, perchè la vedevo come una alleata
di mio padre.
Ad ottobre dell’87 il mio matrimonio con una persona
purtroppo tossica, io lo sapevo, ma avevo giurato sulla tomba di mio
fratello che se avessi incontrato una persona che era in difficoltà
come lui, lo avrei aiutato a costo di annientare la mia vita, e
purtroppo dopo qualche anno mi si è presentato il conto, e dovevo
portare avanti la mia missione, ci sono voluti anni di lotta,
sofferenza, delusioni, allontanamenti da parte di amici, esclusa da
tutto e da tutti, x un marito tossico, ma dopo 17 anni di calvario mio
marito ne è venuto fuori completamente, anche alle parole dette da mia
figlia nei suoi confronti, che lo ha messo alle strette…
Nel 2010 ad
ottobre la perdita di un altro fratello…  e purtroppo nel 2011 a
febbraio la morte di mio marito, un edema polmonare se lo è portato
via, si è addormentato e non si è più svegliato… erano due anni che
non lavorava, ed io ero già pensionata una pensione da fame, di 15 anni
di servizio presso l’amministrazione provinciale di torino in via maria
vittoria… Così abbiamo iniziato a saltare le rate del mutuo, o
mangiavamo o pagavamo il mutuo, l’assicurazione non ha pagato la parte
(il decesso) di mio marito xchè è deceduto per cause naturali….
Il
funerale ho dovuto pagarlo un pò x volta, facendomi prestare soldi, che
ho restituito un poco alla volta…  la lapide che ho potuto mettere
solo a dicembre dello scorso anno… anche quella con soldi prestati,
dopo sei mesi dalla morte di mio marito siamo venute a conoscenza che
la piccolina, mia figlia, 24 anni, è affetta da una malattia rara, la
celiachia, anemia cronica, ernia eiatale, gastrite cronica e morbo di
crohn..
Tutte queste patologie hanno fatto sì che io crollassi del
tutto…
E’ stata operata allo stomaco, vomitava sangue, le hanno
pulito il duodeno,  si è stabilizzata come peso, è arrivata a 45 kili ,
per cm 170 di altezza…. magrissima, la vedo consumarsi giorno dopo
giorno, e purtroppo quello che le passa l’asl non basta x alimentarla,
xchè con 30 euro a settimana, calcolando che 250 gr di pasta costa dai
5 ai 6 euro e 50 cent, non è che mangi molto, ci vanno 150 euro a
settimana solo x mangiare….
Nel frattempo la legge Monti ha ritoccato
anche la mia pensione, prima prendevo circa 700 euro al mese, ora ne
prendo solo 530 mensili…. , e prima la reversibilità di mio marito
era 308 euro ora è di 270… a parte le mie paure che non sono passate,
l’ittiosi (malattia della pelle), 3 interventi alla colonna vertebrale,
il colesterolo alto, la pressione alta, la tiroide che non funziona, il
diabete…. e quindi 13 pastiglie di medicine al gg… che tra l’altro
il 5 marzo 2012 ho subito un intervento di angioplastica al cuore, va
tutto bene….
In questi anni si sono accumulati debiti su debiti, tre
anni di spese condominiali, tre anni di riscaldamenti, tre anni di
mutuo non pagato, ed ora la banca ha fatto  il possibile x metterla
all’asta …Quindi mi sono ritrovata  in mezzo la strada, ma x me non
importa, ma questa mie figlie, a soli 24 e 29 anni, che futuro hanno?
Come possono vivere?
Vi chiedo scusa se vi ho annoiato con questa mia
lettera, volevo essere il più concisa possibile x farvi capire in che
situazione io mi trovi…. ed a volte, anzi molto spesso mi chiedo, Dio
mio, che male ho fatto per meritarmi tutto questo? Non ho ammazzato
nessuno,…a volte il Signore ci dà delle croci troppo pesanti x ognuno
di noi, e x me, essendo rimasta completamente sola, sono pesantissime,
e non ce la faccio più, credetemi  non ne posso proprio più….non so
cosa mi stia prendendo.. sono sfiduciata, delusa, da questa vita che mi
ha sempre e solo tolto e non mi ha mai regalato niente.. ora da poco
più di due mesi mi hanno diagnosticato questa massa  tumorale… e sto
combattendo giorno dopo giorno per accettare questa situazione, ma non
è facile… non voglio accettare anche questo, non ce la faccio più…
troppi esami, troppe visite specialistiche, soldi che vengono buttati
dalla finestra, quando non ce ne sono … che quelli che hai a malapena
ti bastano x sopravvivere.. poi capitano queste cose, e non sai dove
girarti, dove sbattere la testa… io… sono stanca, non so se
riuscirò ad andare avanti ancora x molto in questa situazione… chiedo
una preghiera… una preghiera x me… e x le mie figlie, x far si che
non soffrano quando non ci sarò più… Grazie … un abbraccio…Rosi


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright