The news is by your side.

Capitanata/ Largo raggio: gli arresti dei Carabinieri

2

Svolto dai Carabinieri del Comando Provinciale un capillare servizio di controllo del territorio nel Capoluogo ed in tutta la provincia.

Oltre 90 i Carabinieri impegnati che hanno eseguito 19 arresti (di cui 14 in flagranza di reato). I Carabinieri della Compagnia di Cerignola hanno sottoposto a sequestro una discarica non autorizzata di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi a ridosso della strada denominata Corso Vecchio, nel comune di Cerignola. L’area si estende su una superficie di 900 metri quadrati. Sul luogo, nel tempo, sono stati depositati rifiuti di vario genere: sfalci di potatura, lana di vetro bruciata, rifiuti da costruzione e demolizione, parti in plastica di autovetture, vetri, televisori ed altri elettrodomestici fuori uso, penumatici usurati, resti di mobili in legno, lastre di cemento amianto, olio esausto riversato sul terreno e varie carcasse di animali morti. Sono in corso le indagini dei Carabinieri per l’identificazione di chi ha alimentato la discarica mentre è stata avviata la bonifica dell’intera area. Un giovane marocchino è stato arrestato a Lesina. In una tasca dei pantaloni e del giubbotto aveva 17 barrette di hashish già pronte per la cessione e la somma di 120 euro in banconote di piccolo taglio, verosimilmente provento della vendita dello stupefacente. Ben nascosti in un armadio c’erano tre panetti di hashish ancora da dividere, un bilancino di precisione, un taglierino ed un coltello necessari per pesatura e suddivisione dello stupefacente del peso complessivo di 230 grammi. A Manfredonia sono stati arrestati quattro rumeni per furto di energia elettrica. Due conviventi di Lucera, già noti alle Forze di Polizia, sono stati arrestati dai Carabinieri per aver speso, in concorso tra loro, banconote false. I due sono sati fermati subito dopo aver speso una banconota falsa del taglio di 100 euro all’interno di un esercizio commerciale, dove avevano acquistato delle chiavi svita bulloni. A San Giovanni Rotondo sono state denunciate quattro persone, due delle quali per violazioni di norme relative alla detenzione e custodia di armi altre due per ricettazione in concorso. Nel corso delle perquisizioni, sono stati rinvenuti due fucili da caccia e relativo munizionamento, per cui non erano state aggiornate le denunce di detenzione; è stato rinvenuto un compressore/generatore, risultato rubato a San Giovanni Rotondo il 3 marzo scorso ed una grossa matassa di cavi elettrici, di provenienza illecita. A Rodi tre denunce in stato di libertà per ricettazione. Sono stati rinvenuti 26 kg di cavi di rame nudo, di dubbia provenienza. Il materiale, il cui valore ammonta ad euro 1.000,00 circa, è stato sottoposto a sequestro.

 

 

 

—————————————————————————————————————–

 

Informazione pubblicitaria

A volte hai solo bisogno che qualcuno ti dica “Stai Tranquillo, andrà tutto bene goditi un caffè…o un aperitivo de Il Capriccio direttamente sul molo…anzi sul pontile..quando il mare è anche a tavola!

Sorridi mal che vada avrai contagiato te stesso o chi incontri con un briciolo di positività. Sorridi.
Ti aspettiamo…. Ristorante e lounge bar aperti tutti i giorni.

Ristorante Il Capriccio
Località Porto Turistico – Vieste
Tel. 0884 707899
www.ilcapricciodivieste.it

 

——————————————————————————————————-


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright