The news is by your side.

Bari/ Prelievo dai conti correnti a chi non paga Tarsu e Ici

1

Troppi evasori: il Comune di Bari pronto al prelievo forzoso vara la linea dura.

 

Il Comune di Bari è pronto a procedere al prelievo coatto delle tasse non pagate. Una linea dura già intrapresa da altre amministrazioni (è il caso del Comune di Parabita, nella provincia di Lecce) che servirà a rimettere in riga quegli evasori che, nonostante i solleciti dell’amministrazione, non hanno ancora provveduto al pagamento delle tasse arretrate di Tarsu e Ici. L’anno scorso il Comune ha inviato più di 10mila e cinquecento av­visi di accertamento, 28 milioni di euro l’ammontare dell’evasione fiscale, di cui 11 milioni già nelle casse comunali. «Abbiamo intensificato la lotta all’evasione – spiega l’assessore al Bilan­cio, Gianni Giannini – considerando i pagamenti dell’Ici, della Tarsu e delle tasse sulla pubblicità e le pubbliche af­fissioni. Raddoppiando i risultati ri­spetto ai passati anni», Sono 2.446 gli avvisi di accertamento nei confronti di cittadini che non avevano pagato l’Ici, 7.765 per la Tarsu e 328 per le al­tre tasse comunali. Per il momento si tratta solo di «ac­certamenti bonari», in sostanza il Co­mune ha invitato i cittadini a regola­rizzare la loro posizione (per un totale di 11 milioni di euro da recuperare). Se entro tre mesi (il termine scadrà a maggio), ci sarà ancora qualcuno che non avrà provveduto ai pagamenti ar­retrati, potrebbero scattare le procedu­re coatte. Ma solo per chi non ha pre­sentato ricorso e quindi non è stata in­tentata una causa giudiziaria. In que­sto caso bisognerà attendere il respon­so del giudice, con aggravi per il contribuente presunto evasore sui costi.
Prima dell’estate, quindi, potrebbero partire gli accertamenti coatti. In questo caso il Comune dovrà fare ri­corso ad un istituto di riscossione dei crediti, perché da solo non ce la farebbe, sia per questioni di costi sia di per­sonale. “Per il momento – aggiunge Giannini – non ci sono accertamenti diventati esecutivi. Quando scadran­no i termini, vedremo sul da farsi, con­sultando anche l’Avvocatura. Ma co­munque quel tipo di procedimento di pignoramento è previsto dalla legge quindi l’amministrazione ha ben poco da decidere in merito”. Il Comune di Bari ha avviato una battaglia contro l’evasione fiscale. Attivando una task force che ha incrociato i dati dell’Agenzia delle Entrate, dell’ Anagra­fe, della Camera di Commercio e che ha individuato più di 10mila e 500 probabili evasori in città per un ammon­tare di 28 milioni di euro che raggiun­ge i 42 milioni di euro se si sommano anche le sanzioni e gli interessi. Di questi fondi, 14 milioni di euro sono già nelle disponibilità comunali, in attesa di accertamenti per i restanti pro­cedimenti aperti (11 milioni di euro). Nella lista degli evasori ci sono anche enti come la Fiera del Levante dal quale il Comune sta attendendo il pagamento di quasi un milione e 200mila euro per la Tarsu, o l’Università di Bari che ha ricevuto un accertamento per arretrati Ici di due milioni e mezzo di euro e per i quali già sta cercando delle soluzioni o un accordo bonario con l’amministrazione. Partiranno a breve anche ulteriori controlli in collaborazione con lo Spe­sal per individuare le ditte che hanno lavoratori in nero e che quindi non pa­gano i dovuti contributi all’ammini­strazione e allo Stato. «Quella dell’evasione fiscale – conclude Giannini – è una battaglia che porteremo avanti senza sosta. Negli ultimi anni abbia­mo recuperato milioni di euro e abbia­mo attivato una squadra ad hoc pro­prio per incentivare i controlli, a tute­la non solo della stessa amministrazio­ne, ma dei cittadini che con tanti sacri­fici pagano regolarmente le tasse».

Samantha Dell’Edera
Corriere del Mezzogiorno

 

 

 

—————————————————————————————————————–

 

Informazione pubblicitaria

A volte hai solo bisogno che qualcuno ti dica “Stai Tranquillo, andrà tutto bene goditi un caffè…o un aperitivo de Il Capriccio direttamente sul molo…anzi sul pontile..quando il mare è anche a tavola!

Sorridi mal che vada avrai contagiato te stesso o chi incontri con un briciolo di positività. Sorridi.
Ti aspettiamo…. Ristorante e lounge bar aperti tutti i giorni.

Ristorante Il Capriccio
Località Porto Turistico – Vieste
Tel. 0884 707899
www.ilcapricciodivieste.it

 

——————————————————————————————————-