The news is by your side.

Gino Lisa: l´ENAC ha sospeso la procedura di VIA

17

Affaire aeroporto, non si tratta di declassamento. Parola dell’assessore Di Gioia.  Il Piano Lupi che venerdì sorso ha creato allarmismi in Capitanata di fatto e’ un’istantanea della situazione attuale che vede il Gino Lisa fermo, in attesa di un potenziamento che si fa attendere e ha creato non pochi pensieri a enti e istituzioni locali. Il piano, tuttavia, non esclude la possibilità che ai 26 scali nazionali possano aggiungersene di nuovi. In sostanza per lo scalo dauno non cambia poi nulla, il passaggio di consegne tra ENAC e Regione Puglia e’ più formale che sostanziale, essendo l’Ente di Via Capruzzi, già gestore dei quattro scali pugliesi attraverso un contratto quarantennale con l’Enac. A creare qualche problema, piuttosto, potrebbe essere il fatto che alla luce del piano Lupi, l’Ente Nazionale Aviazione Civile ha sospeso la procedura di VIA, e così se e’ vero che  nel giro di qualche mese il Gino Lisa non sarà più di sua proprietà, l’Ente ha deciso di non occuparsi più della cosa. Il decreto di Via sarà ora di competenza dell’assessorato regionale all’Ambiente. E chissà che magari le procedure non si semplifichino. Di certo per ora i tempi dello scalo dauno sono dettati dal bando di gara per appaltare i lavori di allungamento della pista. L’apertura delle buste e’ prevista per il prossimo 30 gennaio. Quella della nuova pista e’ la strada più sicura per mantenere in vita il Gino Lisa e per scongiurare qualsiasi ipotesi di chiusura definitiva, e’ per questo che enti e istituzioni del Territorio avranno un bel da fare a cercare i tanto sospirati nuovi vettori. E mentre la vicenda Gino Lisa si ingarbuglia nuovamente attorno al Piano Lupi, torna alla ribalta l’ipotesi Amendola. L’assessore regionale al Bilancio, Leo Di Gioia, infatti, invita a guardare con realismo alla possibilità di aprire l’aeroporto militare ai volti turistici in virtù del grande potenziale dei comuni del Gargano.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright