The news is by your side.

Un software per prevenire il rischio idrogeologico, Vieste come zona prova

12

Il progetto nasce dal Consorzio di Bonifica Montana del Gargano.

 

Un software rivoluzionario, in grado di prevenire e monitore il rischio idrogeologico. E’ quello che sarà sperimentato per la prima volta nella zona di Vieste, un pro­getto innovativo targato Consorzio di Bonifica Montana del Gargano. Il progetto, chiamato Gargano Lab, è stato presentato a Bari venerdì scorso presso la sede dell’Anbi Puglia (Associa­zione nazionale bonifiche e irrigazioni) alla presenza, oltre che dei Consorzi, del responsabile della Protezione Civi­le. Si tratta di un software che in posses­so di alcuni dati è in grado di prevedere le alluvioni e quindi dare l’allarme in tempi utili per evitare danni. Il proget­to, che nasce per iniziativa del Consor­zio di Bonifica Montana del Gargano nell’ambito del progetto comunitario Living Lab, può essere esteso anche agli altri Consorzi. La sperimentazione par­tirà proprio dal nord Gargano, dall’agro di Vieste: qui, analizzando più parame­tri e non solo l’andamento pluviometrico, il programma avviserà le autorità competenti sul pericolo di un’emer­genza alluvionale. “E’ un’ulteriore testimonianza – spiega il presidente dell’ Anbi, Massimo Gargano, "del ruolo dei Consorzi di bo­nifica anche come fucina di innovazio­ne verso un futuro che dovrà avere il ter­ritorio e le sue peculiarità come ele­mento economico della competitività italiana nell’ epoca della globalizzazio­ne. E’ su valori quali identità e distin­zione che si potrà vincere la competi­zione sui mercati internazionali". Il ruolo del Consorzio di Bonifica Montana del Gargano nel suo comprensorio, oltre a quello propriamente detto di bonifica, si è concretizzato in questi anni nel miglioramento delle in­frastrutture al servizio dell’agricoltura, nella gestione del territorio ai fini della tutela dell’ ambiente delle risorse natu­rali nella gestione delle risorse idriche, nella regimazione delle acque, oltre alla manutenzione degli impianti idrovo­ri delle opere eseguite, senza trascura­re i compiti di proposta e progettazione delle medesime. Obiettivi. strategici sono la tutela del territorio, il risparmio energetico, un maggior servizio agli uenti. Con il pro­getto Gargano Lab – sistema informa­tivo integrato per la gestione del territo­rio, il monitoraggio ambientale e l’aller­ta di emergenza", l’ente consortile gui­dato dall’imprenditore sipontino Giancarlo Prattarolo ha deciso di candidar­si ai fondi del PO FESR2007-20l3 Asse I, Linea di intervento 1.4, Azione 1.4.2, grazie ai quali la Regione ha cofinanziato progetti sperimentali implementati mediante il modello Apulian ICT Living Labs nell’intento di favorire la crescita e lo sviluppo delle PMI pugliesi specializ­zate nell’ offerta di servizi e contenuti digitali. Il progetto nasce dal contratto di rete costituitosi tra tre imprese: la Staer Si­stemi (con sede legale a Roma e sede operativa in Foggia), guidata dall’ing. Pasquale Mario Gaetano Picheo, la so­cietà barese W-Enterprise del barletta­no Savino Damato e la Gem ICT-Re­search & Development di Bari, del fog­giano Giovanni Conte. Le tre imprese si sono unite per partecipare al bando con tale progetto, di cui il Consorzio è il beneficiario finale e il CNR di Bari è il la­boratorio di ricerca. Il Consorzio di Bonifica Montana del Gargano si è attivata anche contro il ri­schio di crolli a Mattinata con la siste­mazione idraulica del tratto finale del vallone "Mattinatella". «Come spiegato dal presidente Gian­carlo Frattarolo, "il progetto prevede sinteticamente la risagomatura dell’ al­veo, la realizzazione di salti di fondo, il rivestimento dell’alveo e delle sponde con scogliera rinverdita". I lavori sono stati aggiudicati alla Ro­tice Antonio di Manfredonia; si tratta di interventi che andranno a mitigare l’e­levato rischio idrogeologico dell’area, un rischio condiviso con altri valloni mattinate si, a partire da quello dei Mer­goli (o delle Zagare). Importante l’importo della gara pro­posta dal Consorzio di Bonifica Monta­na del Gargano: 650.532 euro, oltre a 27.105 euro relativi agli oneri perla si­curezza.

Lucia Piemontese

—————————————————————————————————————

Informazione pubblicitaria

L’anima, il cuore, l’amore, la gioia, la passione, la canzone piu’ dolce, la sensazione piu’ incredibile. Sei solo tu! ……D’accordo è S. Valentino.

Ora siamo noi che vorremmo consegnarvi un dolce pensiero: 

Riapre da S. Valentino e per tutti i fine settimana la Piana della Battaglia: pizzeria, ristorante, braceria con piatti tipici della nostra tradizione. Così è sicuro ogni fine settimana sarà un S. Valentino. A garantirlo la nuova gestione di Leo, del Ristorante Il Capriccio………

Ristorante, Pizzeria, Braceria, Piana della Battaglia a Viste in loc. Mandrione………..
Cercami dove solo con i sogni potrai trovarmi, aprimi con la chiave del cuore seduto vicino ai due nostri caminetti ……

La Piana della Battaglia, questo inverno non è solo un Capriccio….

Info: 338/ 7041545

 

——————————————————————————————————————-


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright