The news is by your side.

Sicurezza in condominio

9

Un condominio può presentare un numero di pericoli/rischi superiore rispetto a un’azienda.

 

Ecco il motivo per cui si può rendere necessaria l’elaborazione di un Documento di Valutazione dei Rischi, come strumento utile alla gestione dei pericoli e quindi dei rischi. L’analisi sul campo che un amministratore è chiamato a fare per l’identificazione dei pericoli, seguita da una scelta delle misure di prevenzione e protezione da attuare e la loro successiva verifica dell’efficacia, è essenzialmente un processo di valutazione dei rischi non documentato. Da qui il consiglio, nonché la necessità oggettiva per un’ efficace gestione della sicurezza, di redigere un vero e proprio Documento di Valutazione dei Rischi, per la tutela dei condòmini, dei lavoratori dipendenti se presenti, e dei lavoratori di imprese in contratto d’appalto. La Valutazione dei Rischi è quindi lo strumento cardine da cui derivare tutte le informazioni sui pericoli presenti, da trasmettere alle imprese incaricate a operare all’interno del condominio e chiamate a collaborare per la miglior gestione della sicurezza dei lavoratori impiegati. Recenti sentenze di Cassazione hanno chiamato in causa amministratori di condominio relativamente a: canne fumarie condominiali difettose o non a norma, fonte d’incendio; allestimento di ponteggi in modo non conforme che hanno causato la caduta di un operaio; parapetti di scale condominiali più bassi rispetto alle norme di riferimento; scale condominiali prive di corri mano e i cui gradini scivolosi, senza strisce antiscivolo. Da questo breve elenco si deve cogliere l’urgente necessità di sopperire quanto prima alla mancata valutazione dei rischi presenti in un condominio: porre la giusta attenzione agli aspetti comuni e alla corretta gestione della sicurezza, per opere di manutenzione ordinaria e straordinaria.

Franco Di Cosmo


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright