The news is by your side.

Lavoro/ Consiglio Regionale: ok a norme su sicurezza e benessere

9

Le 20mila firme raccolte dalla Cisl Puglia per favorire "sicurezza, qualità e benessere sul lavoro"  hanno trovato l’unanimità del Consiglio regionale nell’approvare in materia la proposta di legge d’iniziativa popolare.   "Abbiamo leggi avanzate ma questione sicurezza – ha spiegato in Aula l’assessore regionale al lavoro, Leo Caroli – resta emergenza e c’è quindi bisogno  di qualche strumento in più verso la piena cultura della sicurezza e quella più complessiva della legalità sul lavoro.   In questa direzione va sicuramente questa legge e la convenzione per il trasferimento dei fondi dalla Regione alle Prefetture pugliesi per il finanziamento delle attività di contrasto al lavoro nero siglata oggi a Bari".   L’obiettivo principale – è emerso nel dibattito in Aula – è di ottenere un effettivo miglioramento delle condizioni del lavoro ed una consistente riduzione degli infortuni intervenendo sulla qualità della vita negli ambienti di lavoro. Il tutto ponendo al centro le persone come elemento etico fondante della stessa organizzazione lavorativa.  GLI infortuni e delle malattie professionali. Sarà istituito un albo della responsabilità sociale in tema di lavoro al quale possono iscriversi i datori di lavoro che dimostrino l’avvio e il mantenimento del percorso della responsabilità sociale mediante l’adozione bilanci sociali e ambientali, marchi di qualità. La Regione Puglia inoltre promuoverà azioni e iniziative dirette a prevenire il disagio e migliorare le relazioni sociali nella vita lavorativa, prevenire e contrastare l’insorgenza e la diffusione di fenomeni di molestie a carattere sessuale e non, persecuzioni e violenze psicologiche sui luoghi di lavoro. Si avrà anche riguardo ai rapporti di lavoro, alle pari opportunità tra donne e uomini, alla riduzione dei rischi sul lavoro ed alla salubrità dei luoghi, oltre che all’integrazione degli immigrati.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright