The news is by your side.

Raccolta differenziata, l’assessore Vigilante risponde al PD

15

"Questi i motivi, senza retorica, per aver fatto partire questo servizio in tutta fretta" «La raccolta differenziata è sostanzialmente un obbligo morale e civile nei riguardi del popolo sannicandrese.  Non voglio fare demagogia, a differenza degli amici del PD, ma appena insediati, ci siamo ritrovati con una situazione catastrofica, sia nei tributi per codesto servizio, sia nel servizio stesso. Anzichè perdere tempo ad individuare eventuali responsabili, ho ritenuto opportuno, con l’aiuto di tutta l’amministrazione, far partire il servizio di porta a porta, consapevole dei disagi che nella partenza di un così complesso servizio,
potesse provocare. Solo così, si può pensare di abbattere i costi di conferimento e pertanto dei tributi. In soli pochi mesi, abbiamo attenuto dei risultati più che soddisfacenti, avendo raggiunto il 50% di
differenziata (voglio ringraziare ancora una volta i cittadini tutti che hanno permesso di raggiungere questo risultato), avendo individuato una piattaforma che ci costasse meno per il conferimento della frazione
organica, e avendo scongiurato definitivamente l’eco-tassa, cosa che avrebbe contribuito ad elevare ulteriormente i costi di servizio raccolta rifiuti. Pochi giorni fa, sono riuscito ad ottenere anche la determina dell’estrapolazione della quota parte provinciale per la realizzazione del Centro Comunale di Raccolta. Progetto che a breve verrà realizzato. Ora tutti bravi a parlare, ma quello che per quanto mi riguarda conta, sono i fatti e non le chiacchiere. Le difficoltà sono notevoli, ma con senso di responsabilità e qualche sacrificio, le cose si possono risolvere. Di inadempienze contrattuali l’azienda sicuramente ne ha, ma bisogna tener presente la laboriosità del nuovo servizio. Siamo fiduciosi anche in questo. La Tekno Servizi, ha già dimostrato periodicamente di migliorare e rispettare gli obblighi contrattuali. Come comune capo fila dell’ARO, siamo già al lavoro per la gara che vedrà un’unica stazione appaltante. Ma in tutto questo, non vi e nulla di nuovo, visto che questi obblighi vi erano già molti anni fa. Non siamo stati più bravi, forse più responsabili. Oggi grazie alla tempestiva ed immediata partenza di questo servizio, siamo tra i pochi comuni regionali ad aver raggiunto questo risultato».

Red. Ondaradio – Sannicandro G.co 


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright