The news is by your side.

Nasce a Foggia l´era delle nuove merendine

13

Un team di ricercatori dell’Università di Foggia ha messo a punto delle nuove merendine per i bambini. Ipocaloriche e ecosostenibili i nuovi snack presentano anche la particolarità di una una pellicola “involucro” che potrà essere mangiata insieme alle merendine stesse, Parlando al sito ambiente.

 La professoressa Carla Severini, coordinatrice della ricerca, spiega: “Grazie a questa pellicola commestibile, le merendine avranno un interessante risvolto positivo anche sull’ambiente perché permette di ridurre al minimo il packaging dei singoli snack”. «Il problema maggiore dal punto di vista dell’impatto sull’ambiente è quello dei secondi e terzi imballaggi», continua la Severini. “Nei prodotti da forno, infatti, spesso si riscontra la necessità di evitare la reidratazione del prodotto o, dove è necessario, di inserire una atmosfera protettiva – tipo azoto – all’interno della confezione. E gli imballaggi si moltiplicano. I nostri prodotti, invece, possono essere confezionati, molto semplicemente, in un solo materiale che sia in grado di fare da barriera al vapore d’acqua: grazie alla ricopertura superficiale, infatti, il prodotto è protetto di per sé da migrazioni interne di umidità, che potrebbero portare al suo indurimento o alla formazione di condensa dentro la confezione, cosa che comprometterebbe la conservabilità del prodotto”.
La pellicola edibile consente di confezionare i prodotti in maniera semplice, anche in presenza di ossigeno, senza bisogno, ad esempio, di ricorrere al sottovuoto.
«Il prodotto resta morbido e fragrante per tutto il periodo di conservazione – puntualizza Carla Severini – la pellicola lo protegge dalla disidratazione e dà al prodotto la stessa durata di quelli che già sono in commercio».

Saverio Serlenga


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright