The news is by your side.

Promozione/ Gargano calcio, lotta serrata per evitare la retrocessione

10

Sei finali per la salvezza. Saranno settima­ne di fuoco, per il Gargano calcio di Mimmo Pizzarelli nel campio­nato di Promozione. La lotta per non retrocedere s’è fatta serrata. Ci sono tante squadre coinvolte, tra cui i garganici. Può ancora succedere di tutto. Il Gargano cal­cio, però, non vuol far calare il sipario. Lo spettacolo deve con­tinuare. Il torneo di Promozione da queste parti è difficile da affrontare, ma le qualità ci sono tut­te. Serve un piccolo miracolo per un’altra impresa storica come quella della passata stagione. Ed in casa del Gargano calcio, di questi tempi, a certi miracoli ci sono abituati. "Giochiamo bene ma non raccogliamo quanto concretizziamo – è l’analisi di uno dei giocatori storici del Gargano cal­cio, Elia Carretto – serve un salto di qualità. La salvezza è alla portata ma sarà davvero durissima". Un campionato comunque positivo, quello del Gargano calcio. "Sì, sia­mo in linea con le aspettative. Volevamo salvarci e siamo in piena corsa per il nostro obiettivo. Di­pende da noi, ne siamo consape­voli". Domenica, dopo la scoppola di Modugno a (sconfitta per 6-4), si ritorna in casa con la capolista Bitonto. ‘Abbiamo attraversato momenti anche più critici in que­sta stagione – dice Carretto -, an­dando a vincere, poi, su campi dif­ficili. Ci alzeremo anche questa volta e con il Bitonto raccoglie­remo il massimo con l’aiuto dei nostri tifosi. Una giornata impor­tante. "Ne sono rimaste sei – ri­marca il giocatore -, e faremo bene in queste ultime gare. La voglia di riscatto e tanta e con il Bitonto lo dimostreranno. Non bisogna farsi condizionare dal risultato: se gio­chiamo come sappiamo possiamo vincere". Lupardi, Attanasio, D’Errico e soci sono convinti che si può dare una svolta, serve un successo che dia morale: "Nutro molta fiducia nei miei ragazzi dice il massimo dirigente Pizza­relli -, sono sicuro che sanno ri­baltare le situazioni negative". Sa­rà, ma bisogna riuscire a mettere a posto prima le cose che non van­no. Triggiani, Morrone e Ranieri sono convinti che riusciremo ad uscire fuori da questa situazione. "E’ evidente che noi abbiamo delle caratteristiche e bisogna miglio­rare m quella direzione. In queste gare ci è capitato di tutto, abbiamo una squadra che ha un suo equi­librio, una sua forza mentale. La vittoria ci potrebbe portare ad una grande iniezione di fiducia". I ra­gazzi del Gargano calcio non han­no alternative se non i tre punti. "Il fatto di sapere che di fronte avremo una squadra arcigna ci farà raddoppiare le forze – asse­risce l’attaccante Morrone -, ora guardiamo con più fiducia ai pros­simi impegni perché questa squa­dra può dare molto ai tifosi". Il tecnico confida nei suoi. "Faremo il nostro gioco o cercheremo di farlo – asserisce -, non possiamo pensare di fare altre tattiche. A questa squadra – conclude l’alle­natore -, nulla è precluso". Per il resto toccherà ai giocatori mettere in campo quanto il tecnico predica in settimana.

Antonio Villani


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright