The news is by your side.

Vincono sempre sole e mare e Vieste sorpassa S. Giovanni Rotondo

10

Si è parlato della necessità per un comune votato al turismo co­me Peschici di avere la Bandiera Blu d’Europa, ma non solo.

È sta­to un ottimo momento di con­fronto tra cittadini, imprendito­ri del settore turistico e ricettivo e autorità l’incontro promosso da Franco Tavaglione, sindaco del comune garganico, e teso a di­scutere insieme a Stefano Peco­rella, presidente dell’ ente Parco Nazionale del Gargano, e Silvia Godelli, assessora regionale al Turismo, di possibilità di svilup­po per il Comune di Peschici e per l’area garganica intera. Ad aprire le danze, il padrone di ca­sa, Franco Tavaglione, che ha detto: "Ormai è importante ave­re un riconoscimento come quello della Bandiera Blu per attrarre sempre più gente in que­sto territorio, non a scapito delle altre località ma fare rete affin­ché si ottengano sempre miglio­ri e maggiori risultati. Un obietti­vo che come sindaco intendo perseguire e che ritengo neces­sario per lo sviluppo del turismo di questo territorio". A fare da eco al primo cittadino peschicia­no, anche il presidente del consi­glio comunale del comune gar­ganico, Donato Di Milo, che lan­cia anche una proposta agli im­prenditori del settore ricettivo della cittadina: "Abbiamo pen­sato che per gli imprenditori più virtuosi in fatto di raccolta diffe­renziata, ci potranno essere degli sconti sulla Tarsu da pagare per i prossimi anni. Solo insieme riusciremo a regalare un futuro più roseo per il commercio ed il turismo di Peschici. Quindi, rim­bocchiamoci le maniche e lavoriamo tutti insieme". Di Milo si sofferma anche sul lavoro che l’amministrazione Tavaglione sta facendo in sinergia con le scuole. "Stiamo entrando nelle scuole per dare un segnale chia­ro ai bambini e ai ragazzi che sa­ranno cittadini del domani: fare la raccolta differenziata porterà degli enormi vantaggi a tutti, quindi sotto con l’educazione ci­vica". All’incontro erano però presenti pochi imprenditori del settore turistico, forse, "a causa dell’ora e del giorno. Mi auguro" ha detto il primo cittadino di Pe­schici "che in questo momento i nostri imprenditori stiano già al­lestendo le proprie attività in vi­sta della prossima stagione esti­va". Di cultura, di cultura del tu­rismo e di metodi di approccio alle attività che possono permet­tere un incremento dei flussi tu­ristici nel Gargano ha parlato in­vece il numero uno dell’ente Parco, – Stefano Pecorella. "Siamo consapevoli di possedere, come territorio, un notevole patrimo­nio culturale, artistico, naturali­stico. Ma non solo. Bisogna oggi saper anche far fruttare al meglio sia i beni di cui dispone la nostra area, che ci invidiano tutti nel mondo, ma soprattutto occorre inculcare la cultura del turismo e del bene comune. E’ inutile" prosegue Pecorella "rincorrere il co­munque prestigioso riconosci­mento della Bandiera Blu, se poi non si è grado di saperlo sfrutta­re al meglio. La Bandiera Blu, sen­za un buon bagaglio culturale e la capacità di valorizzare il territo­rio, non solo è inutile, ma addi­rittura aggrava ulteriormente le finanze di chi gestisce o comun­que opera nel mondo del turi­smo. Insomma, badiamo bene a come ci muoviamo, ormai non possiamo – nessuno – permet­terci passi falsi". Anche Pecorel­la, come Donato Di Milo, ha vo­luto rimarcare l’impegno preso dall’ente di cui è presidente en­trando nelle scuole e facendo capire ai ragazzini di ogni età che differenziare e prendersi cura del territorio non può che giova­re ai cittadini e a chi vive il Parco. "Crescere i ragazzi con la cultura del rispetto verso il territorio, che poi rappresenta il rispetto verso se stessi, mi pare una cosa ovvia e fondamentale. Dobbiamo continuare a tenere vivo l’inte­resse dei più piccoli grazie a del­le campagne di promozione culturale entrando, come enti di ogni grado proprio nelle scuole a cominciare dai più piccoli. Oc­corre formare già da oggi gli ope­ratori turistici del domani". Poi, una provocazione, o comunque un invito a fare rete da parte di Pecorella. "Non dobbiamo più pensare a un ente Parco lontano da Puglia Promozione o dal Co­mune di Peschici o Rodi, bensì credo sia necessario non solo parlare a reti unificate, ma so­prattutto dare informazioni uni­voche. Creiamo, dei punti infor­mativi che operino sotto lo stes­so nome, sotto lo stesso brand, che diano informazioni utili ai cittadini e non-infopoint di ogni ente che invece possono anche disorientare il turista. Imparia­mo a fare rete a queste piccole cose". Scarsa la presenza degli imprenditori turistici, ma ancor più scarsa la presenza dei sinda­ci e amministratori degli altri co­muni del Gargano. Presente solo il primo cittadino di Rodi Garga­nico, Nicola Pinto, che ha detto: "Rappresento un Comune che ormai da anni viene insignito della Bandiera Blu, e di questo non posso che compiacermene. Ma non posso pensare che Rodi debba puntare sulla Bandiera Blu, e i comuni vicini stiano a guardare. Diamoci tutti da fare affinché anche centri come Pe­schici, Vieste, Mattinata, Cagna­no, ottengano questo enorme ri­sultato e si faccia un’unica pro­mozione turistica", La Godelli, invece, si è soffermata sui nume­ri, dando la possibilità a quanti credevano che il territorio del Gargano fosse soprattutto desti­nazione gradita ai turisti religio­si, di rivedere le proprie teorie. "Ormai, Vieste è entrata di fatto nel panorama turistico regiona­le ritagliandosi un ruolo di spic­co, e ciò deve fare anche Peschi­ci e tutti gli altri comuni del Par­co. Vieste è la seconda meta tra le più scelte dai turisti a livello re­gionale, e la prima nel Gargano. Al terzo posto, viene San Giovan­ni Rotondo, mentre Peschici è undicesima, in una classifica dei primi quindici comuni. Per quanto riguarda gli stranieri, in­vece, Vieste anche in questo caso viene prima della città di San Pio".

Giuseppe Ciccomascolo
L’Attacco

 

 

———————————————————————————-

Informazione pubblicitaria/ Aperta anche a mezzogiorno PIANA della BATTAGLIA

……..Immagina un tavolo esclusivo, una cena tra melodie ricercate e raffinate che prosegue nella notte di una Piana….
Immaginati alla Piana della Battaglia, un luogo ideale per aver in pugno i tuoi sentimenti…
Piana della Battaglia sulla statale, a metà strada tra Vieste e Peschici
Info: 0884/270960 oppure 340.218.7106
Pizzeria, ristorante, braceria con piatti tipici della nostra tradizione.
 
E quando degusterai i nostri piatti e i nostri vini la vita che conosci è finita…….

Aperti tutti i giorni sia a pranzo che a cena e dal lunedì al giovedì non puoi mancare all’aperitivo del pastore  (una serie di antipastini del territorio+ bicchiere di vino € 10,00).

…………….fallo sapere in giro….  ma con discrezione…

——————————————————————————–


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright