The news is by your side.

Celebrazione dei matrimoni civili: la disapprovazione dei sacerdoti viestani

11

La lettera di don Gioacchino Strizzi, Vicario Episcopale territoriale, a nome del Presbiterio zonale.

 

                      ARCIDIOCESI DI MANFREDONIA- VIESTE- SAN GIOVANNI ROTONDO

                                                         VICARIATO DI VIESTE

Gentilissima
Dottoressa Ersilia Nobile
Sindaco del Comune di
VIESTE
e.p.c. ai Signori Consiglieri Comunali

Gentilissimo Signor Sindaco,

tutti i Sacerdoti di Vieste, esprimono la loro disapprovazione e formale protesta per aver scelto, il chiostro dell’ex Convento ‘Santa Maria degli Angeli’, adiacente la Chiesa del SS. Sacramento, per la celebrazione dei matrimoni civili.

Fermo restando il rispetto per l’assoluta libertà in cui tale Amministrazione Comunale è tenuta ad operare, riteniamo tale scelta  ‘non opportuna’,  per ragioni  pastorali e spirituali di facile condivisione.
Nel clima di rispetto e felice collaborazione che da tanto tempo caratterizza le nostre relazioni, chiediamo di trovare una diversa ‘location’.

La celebrazione di matrimoni civili a fianco della Parrocchia, porterebbe non poca confusione a livello organizzativo non solo in relazione alle attività parrocchiali (oratorio, piazzale antistante, ragazzi che giocano a pallone, …) e susciterebbe disagio anche presso gli stessi parrocchiani, potendo incrociare, uscendo dalla Santa Messa, un corteo di festa matrimoniale, avendo deliberato la possibilità di celebrazioni anche nei giorni di Natale, Pasqua, Domeniche e Feste comandate.
Lo stesso Monsignor Arcivescovo, informato della situazione, si è detto molto dispiaciuto.

Certi di trovare in Lei, Signor Sindaco, la totale disponibilità a trovare una soluzione ottimale, porgo distinti saluti.

 
A  nome del Presbiterio zonale
    don Gioacchino Strizzi
Vicario Episcopale territoriale
 


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright